Possono beneficiare dell'esenzione bollo auto:

  1. Non vedenti e sordomuti
  2. Persone disabili con handicap psichico o mentale titolari dell' indennità di accompagnamento
  3. Persone disabili con grave limitazione

Hanno diritto anche le persone disabili, con riferimento ai seguenti veicoli:

  • Autoveicoli
  • Motocarrozzette

L'esenzione può essere richiesta sia nel caso il veicolo sia intestato alla persona disabile, sia il veicolo sia intestato ad un familiare cui il disabile è fiscalmente a carico (ovvero quando non possiede redditi superiori a Euro 2.840,51.

Procedura di richiesta esenzione

Tale richiesta va accompagnata da: alcuni documenti, che possono cambiare in base alla categoria:

  • Persone non vedenti o sordomute
  • Soggetti con handicap psichico o mentale
  • Persone disabili con ridotte o impedite capacità motorie, ma con limitazione non grave della capacità di deambulazione: fotocopia della patente di guida speciale

Esenzione del bollo auto: informazioni pratiche sulla legge 104 e sulla normativa vigente. Ecco la modulistica

Per quanto riguarda la regione Lombardia, è possibile ricevere l'esenzione parziale o permanente dal pagamento del bollo auto. Possono accedere di diritto a questo tipo di esenzione le seguenti categorie di persone residenti nella regione Lombardia:

  • La persona disabile grave (art 3, comma 3, legge 104/92);
  • La persona invalida con indennità di accompagnamento;
  • La persona disabile affetta da pluriamputazione;
  • La persona non vedente o sordomuta assoluta;

L'esenzione dal pagamento del bollo auto in Lombardia è ristretta ai veicoli con cilindrata, in caso di motore a benzina, fino a 2000 cc, mentre per i motori diesel si arriva al limite di 2800 cc. Naturalmente, per la legge 104, l'esenzione è valida sia in caso l'auto sia intestata al disabile che ad un familiare presso cui il disabile è a carico.

In caso di più veicoli di proprietà, l'esenzione è comunque valida solo ad uno di essi a scelta del titolare; è possibile passare il diritto di esenzione ad un altro automezzo solo dopo 4 anni dal primo riconoscimento valido; a meno che il veicolo non sia stato dichiarato venduto, rubato o demolito.

Domanda di esenzione. L'agenzia delle entrate ha un qualche ruolo?

Per ricevere il riconoscimento dell'esenzione dal pagamento del bollo in Lombardia, è possibile presentare una domanda entro i 90 giorni dalla data di scadenza del pagamento della tassa. Esiste un modulo apposito sul sito ACI, da ritirare presso gli uffici ACI di pertinenza o sul sito della Regione Lombardia, ma è comunque possibile presentare la domanda anche in carta semplice.

La domanda di esenzione va inviata con raccomandata RR presso le sedi della Regione Lombardia - Presidenza - Direzione Centrale Programmazione - U.O. Ragioneria - Struttura Entrate - Via F. Filzi 22 - 20124 Milano.

È possibile effettuare la consegna a mano alla sede del PRA, via Durando 38 Milano, dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 12:00, o presso i seguenti uffici Provinciali dell'ACI:

  • Delegazione di Arcore, Via Casati, 143 20043 - Arcore Tel.: 039 617240
  • Delegazione di Trezzo Adda Via Valverde, 2 20056 – Trezzo sull'Adda Tel.: 02 9092292
  • Delegazione di Vimercate Via Cremagnani, 1 20059 – Vimercate Tel.: 039 668700

In ogni caso, il costo della pratica è di circa 10 euro.

Esenzione bollo auto disabili: come fare la comunicazione

La richiesta si inoltra presso l’Ufficio Tributi della propria Regione, almeno 90 giorni prima della scadenza del termine di pagamento. La richiesta deve essere presentata personalmente o spedita mediante raccomandata con ricevuta di ritorno.

I soggetti aventi diritto all’esenzione del bollo sono divisi in 4 categorie:

  1. Disabilità con patologia che comporta ridotte o impedite capacità motorie permanenti.
  2. Disabilità con patologia che comporta grave limitazione della capacità di deambulazione
  3. Disabilità psichico o mentale.
  4. Disabilità per cecità o sordomutismo.

Alla richiesta si devono allegare determinati documenti che variano a seconda della tipologia di disabilità dichiarata. Il contribuente che ha a carico una persona disabile deve presentare anche una copia dell’ultima dichiarazione dei redditi da cui risulta che la persona disabile è a carico dell’intestatario dell’auto. L’esenzione, una volta riconosciuta, vale anche per gli anni successivi, salvo i casi in cui vengano meno le condizioni necessarie per l’esonero. Vale solo per un veicolo, nel caso il disabile possedesse più di una vettura, poiché si dovrà indicare il numero di targa di un solo veicolo nel modulo di richiesta all’atto della presentazione della documentazione. Per vedere nel dettaglio tutte le agevolazioni relative al bollo auto occorre fare riferimento alla Legge n. 449 del 27/12/1997 e successive modificazioni e integrazioni.

Documentazione da presentare necessaria a seconda della disabilità

Come si è detto per ogni disabilità è richiesta una documentazione specifica e requisiti particolari che dovranno essere controllati da una commissione medica. Di seguito i dettagli (Fonte: Regione Lazio)

1) Disabilità con patologia che comporta ridotte o impedite capacità motorie permanenti. Oltre agli adattamenti tecnici del veicolo, la documentazione da allegare per questa categoria è la seguente:

  • Copia della carta di circolazione
  • Copia della patente di guida speciale
  • Copia dei certificati:
    a) lo stato di handicap o di invalidità,
    b) l'affezione da patologia che comporta ridotte o impedite capacità motorie.
  • Copia della documentazione che attesti che il disabile è a carico dell'intestatario

2) grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni. In questi casi, il veicolo non necessita di adattamenti tecnici. La documentazione da allegare alla richiesta è la seguente:

  • Copia della carta di circolazione;

3) Disabilità mentale o psichica. La documentazione da allegare alla domanda di esenzione è costituita da:

  • Copia della carta di circolazione;
  • Copia del certificato di attribuzione dell'indennità di accompagnamento di cui alle leggi 18/80 e 508/88

4) Disabilità per cecità o sordità. In particolare, hanno diritto all’esenzione i non vedenti assoluti o ipovedenti con residuo visivo superiore a 1/10 per entrambi gli occhi e i sordomuti dalla nascita o prima dell’apprendimento della lingua parlata.
La documentazione da allegare alla domanda di esenzione è costituita da:

  • Copia della carta di circolazione;
  • Copia dei certificati:
    a) lo stato di handicap o di invalidità,
    b) l'affezione da cecità o sordomutismo;

 



Potrebbe interessarti


Auto ibride in commercio: quali sono le loro caratteristiche?

Un veicolo ibrido è un mezzo di trasporto con un sistema di propulsione di tipo termico ed un motore elettrico. Oltre a questa definizione relativa al motore, una auto ibrida può essere definito dal tipo di carburante utilizzato: alcuni esempi sono il motore a benzina-gpl, oppure a benzina e metano, o ancora benzina-idrogeno. Con questo tipo di veicolo potrete ottenere delle agevolazioni sul bollo auto e potrete circolare nella fascia verde, evitando così il blocco auto imposto dal comune. Così oltre a combattere l'inquinamento delle polveri sottili, eviterete qualsiasi blocco del traffico.

Leggi tutto...

Fiat 500L Trekking: scopri la nuova 4x4 in miniatura!

Nonostante la difficile situazione del mercato europeo versi in grave crisi da ormai troppo tempo, Fiat ha ottenuto un buon successo di pubblico con il lancio della nuova 500L, una vettura che è stata in grado di trasferire lo spirito sbarazzino e simpatico della sua sorella minore a portata di famiglia.

Leggi tutto...

Vendita auto usate: meglio affidarsi ad un concessionario

Nella situazione in cui si deve sostituire la propria autovettura ci si trova, nella maggior parte dei casi, a doverne scegliere una nuova (o “meno usata” rispetto a quella che abbiamo) e a rivendere quella che stiamo utilizzando quotidianamente. 

Leggi tutto...

Incentivi auto elettriche: cosa fanno per noi i produttori di queste tipologie di vetture?

Le auto elettriche fanno parte della classe di vetture dette ecologiche, che utilizzano una fonte energetica alternativa alla benzina. Possono essere elettriche, ibride, a gpl, a metano, a idrogeno o a biocombustibili.

Leggi tutto...

Perché acquistare un auto usata e come trovare l'occasione

Acquistare un'auto usata è la migliore scelta, se si ha intenzione di risparmiare. La convenienza risiede anche nel fatto che acquistare un'auto nuova, invece, significa subire nei primi 2 anni di vita del bene, un consistente deprezzamento che conduce ad una rapida svalutazione. Questo è il principale motivo che spinge, chi acquista un'auto nuova, a cederla prima che ciò avvenga. 

Leggi tutto...

I più condivisi


eBay: ricambi auto e pezzi vintage per le vetture d'epoca

Uno dei modi più efficaci per reperire ricambi d'auto epoca al giorno d'oggi è quello di effettuare le proprie ricerche su internet: sul web infatti esistono molti siti che si occupano di commercializzare pezzi di ricambi per auto d'epoca.

Leggi tutto...

Aste giudiziarie per le auto d'epoca: occasioni irripetibili in tempo di crisi

Tutti coloro che si trovano in possesso di un’auto o di una moto d’epoca godono molto spesso di una serie di agevolazioni davvero molto speciali concesse dalla legge, soprattutto per quanto concerne il tema delle polizze di responsabilità civile (che, a voler vedere, altro non sono se non le nostre RC).

Leggi tutto...

Concessionari Peugeot a Firenze: contatti e informazioni

L’acquisto di un auto è sempre un momento delicato in quanto la spesa che si va a sostenere deve essere ben investita in un’auto adatta alle nostre esigenze e che rispecchi le aspettative.

Leggi tutto...

Concessionari Fiat a Torino: una guida per orientarsi

Qui di seguito vi presentiamo i concessionari della Fiat di Torino a cui potete rivolgervi per provare e ammirare l'auto dei vostri sogni. Il marchio Fiat e la città di Torino sono indissolubilmente legate a doppio filo: sono stati proprio degli imprenditori di Torino, nel lontano 1899, a dar vita alla fabbrica di automobili e da quel momento le storie di queste due identità hanno percorso strade parallele.

Leggi tutto...

Concessionarie Mini a Roma: ecco dove trovarla!

La Mini è un'automobile inglese prodotta fin dal 1959; in Italia è molto diffusa, anche grazie alla presenza di numerosi concessionari, anche a Roma che vendono oltre ai vari modelli standard anche la mini countryman e la mini cooper s. La sua storia è molto complessa e attraversa tutte le vicissitudini della Casa automobilistica britannica che la produceva: la British Motor Corporation.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Motorizzazione civile a Palermo (e in Sicilia in generale)

Il Ministero dei Trasporti si occupa del piano generale dei trasporti e della logistica e i piani di settore per i trasporti, compresi i piani urbani di mobilità, ed esprime, per quanto di competenza, il concerto sugli atti di programmazione degli interventi di competenza del Ministero delle Infrastrutture.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Biella meccanica del motore: ecco come è composta!

Nella meccanica, la biella è un piccolo elemento meccanico che serve a collegare due altri meccanismi necessari a dare al sistema un moto rotatorio e traslatorio. Nelle automobili, tale meccanismo è applicato nel sistema biella-manovella del motore, e serve a trasformare il moto rettilineo alternato in un moto rotatorio continuo, e viceversa.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Documenti per il passaggio di proprietà: quali sono?

Il passaggio di proprietà è la registrazione presso l’ufficio dell’Aci del Pubblico Registro Automobilistico, che deve essere fatta quando si acquista una macchina usata. L’ufficio dell’Aci ha il compito di rilasciare un certificato di proprietà sul quale compaiono i dati del nuovo proprietario del veicolo e inoltre solleciterà l’ufficio provinciale della Motorizzazione ad aggiornare in maniera tempestiva anche le informazioni personali che sono contenute nella carta di circolazione dell’auto.

Leggi tutto...
Go to Top