La motorizzazione civile di Firenze è il punto strategico per tutti quelli coloro che desiderano avere delle informazioni sui servizi offerti in questa materia, come pratiche, revisioni, rilascio certificati, collaudi, ritiro patenti e molto altro.

Orari e informazioni della Motorizzazione di Firenze

La motorizzazione di Firenze si trova in Via S. Croce dell'Osmannoro 8/10, a Sesto San Fiorentino ed è raggiungibile con i mezzi pubblici dalla Stazione di S. Maria Novella con le linee 29 e 30 mentre in auto da Firenze si deve percorrere Via Provinciale Lucchese e dall’autostrada bisogna uscire sull’A1 Firenze Nord.

Per le informazioni di carattere generale l’orario dell’ufficio della Motorizzazione di Firenze è dalle 8.30 alle 12 e il sito ufficiale per la consultazione è questo.

Dal 5 settembre sono in vigore gli orari relativi alle diverse informazioni: per gli sportelli l’orario è dal lunedì al venerdì 8.30-12 con apertura pomeridiana solo nella giornata di giovedì ore 14.30-16.

Per le operazioni tecniche (revisione, collaudi, allestimenti) gli orari sono: dal lunedì al venerdì 8.30-10.30 e apertura anche nel pomeriggio nei giorni martedì e giovedì ore 14.30-15.30.

Per ciò che riguarda gli esami, per i quiz informativi sono previsti quattro turni la mattina e tre il pomeriggio mentre per gli esami di guida sono indicati due orari, uno la mattina (8.30) e uno il pomeriggio (14.30).

La divisione degli uffici

La Motorizzazione civile di Firenze è composta da diversi uffici che ottimizzano il lavoro da fare secondo i diversi compiti attribuiti. Di seguito è riportata la suddivisione degli uffici:

  • Servizio Prevenzione e Protezione
  • Consegnatario: custodia dei beni mobili
  • Sezione I – Personale: tutto ciò che riguarda il trattamento giuridico del personale
  • Sezione II - Affari generali: gestione contabile, manuntezione ordinaria e straordinaria della sede
  • Sezione III – Conducenti: tutte le informazioni in materia sui conducenti (es.rilascio patenti, certificati, duplicati, certificati di idoneità, provvedimenti di revisione o sospensione patente)
  • Sezione IV – Veicoli: tutte le informazioni riguardo mezzi (es. rilascio targhe, trasferimenti di proprietà, documenti per la circolazione)
  • Sezione V – Tecnica: tutte le normative relative ai veicoli (es. trasporto merci pericolose, autorizzazioni al collaudo)
  • Sezione VI – Autotrasporto: tutte le informazione relative all’autotrasporto
  • Sezione VII – Nautica: informazioni inerenti alla navigazione (es.licenze navigazione, collaudi e accertamenti tecnici su navi e imbarcazioni, esami patente nautica)
  • Sezione VIII - Vigilanza e controllo
  • Sezione IX - Accertamenti di polizia: indagini d’ufficio e comunicazioni con la polizia stradale.

È meglio prendere la patente alla motorizzazione o in una scuola guida?

Arrivati alla maggiore età è sempre un problema capire dove prendere la patente, in un primo momento si potrebbe pensare che andare alla motorizzazione sarebbe la scelta più logica e semplice. Non è però così facile. Uno de desideri che accomuna tutti quanti è proprio il prendere la patente, però non sempre è facile scegliere fra l‘affrontare i test per gli esami di guida con o senza una preparazione scolastica alle spalle. La cosa più importante sicuramente è la valutazione totale dei costi ed ovviamente del tempo necessario per concludere il percorso per prendere la patente, prendendo in considerazione tutti i vostri impegni, scolastici e non.

Se tutto è effettivamente possibile noi vi consigliamo di presenziare a tutte le lezioni di scuola guida, magari ci metterete più tempo, ma avreste la certezza di seguire e approfondire tutti gli aspetti e gli argomenti che concernono la guida.

La Motorizzazione di Firenze

Togliendo però l’aspetto degli impegni ed i consigli che possiamo effettivamente darvi, andiamo ad analizzare dal punto di vista economico cosa conviene di più fra la scuola guida e l’esame da privatista.

La Motorizzazione di Firenze: privatista o scuola guida, cosa scegliere

Fino a davvero poco tempo fa, prendere la patente direttamente alla motorizzazione era un risparmio economico non indifferente. Non eri costretto a pagare le spese d’iscrizione, quelle relative alla frequenza di partecipazione al corso e le spese delle guide obbligatorie (più magari quelle delle guide extra se uno non ha un’auto da usare per la pratica). Purtroppo però, oggi, cercare di prendere la patente da solo, da privatista, ha un risparmio veramente minimo, si tratta di una cifra che si aggira intorno ai 100 o al massimo 150€, quindi nulla che crei davvero il pretesto per non legarsi ad una scuola guida ed essere seguiti passo passo durante lo studio.

Quindi adesso la domanda che dovete porvi è: ne vale la pena? Perché se avete la certezza di riuscire a studiare semplicemente tramite il libro, senza un riscontro con un’insegnante, e magari anche la certezza che, dopo l’avvenuta promozione all’esame di teoria entrando quindi in possesso del foglio rosa, un genitore o comunque un parente possa seguirvi durante tutte le guide per la pratica, spiegandovi anche il cambio dell’olio, la frizione ed il cambio di marce, allora potete stare assolutamente sicuri sul percorrere la strada dello studio da privatista e conseguire direttamente gli esami alla motorizzazione.

 

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Normativa ADR per trasporto su strada di merci pericolose

ADR è l’acronimo che identifica l’Accordo europeo relativo ai trasporti internazionali di merci pericolose su strada. L’accordo fu firmato a Ginevra il 30 settembre 1947 e ratificato in Italia con la legge n. 1839 del 12 agosto 1962.