La motorizzazione civile di Firenze è il punto strategico per tutti quelli coloro che desiderano avere delle informazioni sui servizi offerti in questa materia, come pratiche, revisioni, rilascio certificati, collaudi, ritiro patenti e molto altro.

Orari e informazioni Motorizzazione di Firenze

La motorizzazione di Firenze si trova in Via S. Croce dell'Osmannoro 8/10, a Sesto San Fiorentino ed è raggiungibile con i mezzi pubblici dalla Stazione di S. Maria Novella con le linee 29 e 30 mentre in auto da Firenze si deve percorrere Via Provinciale Lucchese e dall’autostrada bisogna uscire sull’A1 Firenze Nord.

Per le informazioni di carattere generale l’orario dell’ufficio della Motorizzazione di Firenze è dalle 8.30 alle 12 e il sito ufficiale per la consultazione è questo.

Dal 5 settembre sono in vigore gli orari relativi alle diverse informazioni: per gli sportelli l’orario è dal lunedì al venerdì 8.30-12 con apertura pomeridiana solo nella giornata di giovedì ore 14.30-16.

Per le operazioni tecniche (revisione, collaudi, allestimenti) gli orari sono: dal lunedì al venerdì 8.30-10.30 e apertura anche nel pomeriggio nei giorni martedì e giovedì ore 14.30-15.30.

Per ciò che riguarda gli esami, per i quiz informativi sono previsti quattro turni la mattina e tre il pomeriggio mentre per gli esami di guida sono indicati due orari, uno la mattina (8.30) e uno il pomeriggio (14.30).

La divisione degli uffici

La Motorizzazione civile di Firenze è composta da diversi uffici che ottimizzano il lavoro da fare secondo i diversi compiti attribuiti. Di seguito è riportata la suddivisione degli uffici:

  • Servizio Prevenzione e Protezione
  • Consegnatario: custodia dei beni mobili
  • Sezione I – Personale: tutto ciò che riguarda il trattamento giuridico del personale
  • Sezione II - Affari generali: gestione contabile, manuntezione ordinaria e straordinaria della sede
  • Sezione III – Conducenti: tutte le informazioni in materia sui conducenti (es.rilascio patenti, certificati, duplicati, certificati di idoneità, provvedimenti di revisione o sospensione patente)
  • Sezione IV – Veicoli: tutte le informazioni riguardo mezzi (es. rilascio targhe, trasferimenti di proprietà, documenti per la circolazione)
  • Sezione V – Tecnica: tutte le normative relative ai veicoli (es. trasporto merci pericolose, autorizzazioni al collaudo)
  • Sezione VI – Autotrasporto: tutte le informazione relative all’autotrasporto
  • Sezione VII – Nautica: informazioni inerenti alla navigazione (es.licenze navigazione, collaudi e accertamenti tecnici su navi e imbarcazioni, esami patente nautica)
  • Sezione VIII - Vigilanza e controllo
  • Sezione IX - Accertamenti di polizia: indagini d’ufficio e comunicazioni con la polizia stradale.

È meglio prendere la patente alla motorizzazione o in una scuola guida?

Arrivati alla maggiore età è sempre un problema capire dove prendere la patente, in un primo momento si potrebbe pensare che andare alla motorizzazione sarebbe la scelta più logica e semplice. Non è però così facile. Uno de desideri che accomuna tutti quanti è proprio il prendere la patente, però non sempre è facile scegliere fra l‘affrontare i test per gli esami di guida con o senza una preparazione scolastica alle spalle. La cosa più importante sicuramente è la valutazione totale dei costi ed ovviamente del tempo necessario per concludere il percorso per prendere la patente, prendendo in considerazione tutti i vostri impegni, scolastici e non.

Se tutto è effettivamente possibile noi vi consigliamo di presenziare a tutte le lezioni di scuola guida, magari ci metterete più tempo, ma avreste la certezza di seguire e approfondire tutti gli aspetti e gli argomenti che concernono la guida.

Togliendo però l’aspetto degli impegni ed i consigli che possiamo effettivamente darvi, andiamo ad analizzare dal punto di vista economico cosa conviene di più fra la scuola guida e l’esame da privatista.

Privatista o scuola guida, cosa scegliere

Fino a davvero poco tempo fa, prendere la patente direttamente alla motorizzazione era un risparmio economico non indifferente. Non eri costretto a pagare le spese d’iscrizione, quelle relative alla frequenza di partecipazione al corso e le spese delle guide obbligatorie (più magari quelle delle guide extra se uno non ha un’auto da usare per la pratica). Purtroppo però, oggi, cercare di prendere la patente da solo, da privatista, ha un risparmio veramente minimo, si tratta di una cifra che si aggira intorno ai 100 o al massimo 150€, quindi nulla che crei davvero il pretesto per non legarsi ad una scuola guida ed essere seguiti passo passo durante lo studio.

Quindi adesso la domanda che dovete porvi è: ne vale la pena? Perché se avete la certezza di riuscire a studiare semplicemente tramite il libro, senza un riscontro con un’insegnante, e magari anche la certezza che, dopo l’avvenuta promozione all’esame di teoria entrando quindi in possesso del foglio rosa, un genitore o comunque un parente possa seguirvi durante tutte le guide per la pratica, spiegandovi anche il cambio dell’olio, la frizione ed il cambio di marce, allora potete stare assolutamente sicuri sul percorrere la strada dello studio da privatista e conseguire direttamente gli esami alla motorizzazione.

 


Potrebbe interessarti

Riviste sulle auto: scopriamo le più lette in Italia

Presentiamo una breve panoramica delle principali riviste di auto presenti nelle edicole italiane. In questa pagina troverete l'elenco dei migliori magazine mensili, settimanali e bisettimanali che raccolgono materiale sul mondo delle quattro ruote per rimanere sempre aggiornato.

Mercato delle auto usate: conferme positive

Il mercato delle auto, in questo 2017, ha attirato l'attenzione di tv e giornali in virtù degli ottimi risultati registrati nel corso del primo trimestre, soprattutto se messi a confronto con quanto rilevato solo lo scorso anno.

Auto a km 0: una guida imperdibile per capirne a pieno il significato

 

Tra vetture nuove e usate c’è una terza via: l’auto a km0, dal prezzo di listino vantaggioso e dal contachilometri praticamente intatto La crisi non è ancora alle spalle, e basta guardare le principali rilevazioni economiche per rendersene conto. Soprattutto, resta un generalizzato calo dei consumi, particolarmente evidente nel settore delle vendite di automobili: in Italia, il 2013 si è chiuso con un totale di centomila vetture immatricolate in meno rispetto al già non brillante 2012.

Modelli auto Kia: scopri tutte le novità

 

I modelli auto Kia vengono prodotti dalla casa automobilistica coreana, in particolare si tratta della prima azienda della Corea del Sud ad aver iniziato la produzione di modelli automobilistici.

Auto per disabili usate: ecco alcune idee per risparmiare

Le auto per disabili sono veicoli adibiti al trasporto di persone che possono avere gravi handicap fisici e psichici; si tratta di automobili realizzate con particolari allestimenti ed optional che facilitino il trasporto dei disabili: munite di pedane per sollevare le carrozzine o altri congegni in grado di aiutare le persone affette da particolari disturbi ed handicap a salire agevolmente in macchina e viaggiare in tranquillità

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Concessionari BMW a Torino: alcune indicazioni

Quando si parla di auto di lusso, il nome BMW è tra i primi che viene in mente; il marchio tedesco si è sempre contraddistinto, nella sua storia, per l'eleganza dei suoi modelli e per la solidità della meccanica e del motore, e i concessionari di Torino offrono ai piemontesi la possibilità di verificare con i propri occhi quanto questo sia vero.

Concessionari Ford a Napoli: quale scegliere?

La casa automobilistica Ford grazie al nome del proprio fondatore è, probabilmente, il marchi automobilistico più noto al mondo; la casa di Detroit ha dato vita, nel corso della propria storia, a modelli di auto che sono rimasti nell'immaginario collettivo (un esempio su tutti, la Gran Torino).

Concessionarie Ford a Milano: tutte le informazioni

 

La Ford Motor Company, fondata nel 1903, si distingue fin dall’inizio per l'introduzione di nuove forme di organizzazione del lavoro (anche se nel 2007, la Ford è scesa al terzo posto come costruttore mondiale). Attualmente, nonostante la crisi, i modelli continuano ad avere successo: i concessionari di Milano possono testimoniare grazie ai dati di vendita.

Leggi anche...

Autoscuole a Genova: tutti gli indirizzi e i contatti pronti all'uso

Di seguito una lista che sicuramente sarà utile a quanti di voi si volessero impegnare nel conseguire le patenti di guida nella città di Genova. Vengono infatti riportate le migliori agenzie autoscuole della città.

Leggi anche...

Obbligatorietà di istallare radio DAB sulle auto nuove

A partire dal primo giugno 2019 è diventato obbligatorio equipaggiare le auto di nuova produzione con la radio DAB digitale. Dal primo gennaio 2020 l’obbligo della radio DAB sarà esteso a tutte le radio vendute su ogni tipo di canale di vendita (da quello tradizionale a quello online). L’intento normativo è quello di decretare la scomparsa progressiva delle radio basate sulle vecchie frequenze AM e FM, frequenze che resteranno ancora per qualche tempo accese in Italia.

Leggi anche...

Uffici ACI a Genova: informazioni e contatti

L'ACI – Automobile club Italia è una associazione che si occupa di analizzare e rappresentare le esigenze relative al mondo dei motori; da più di un secolo, considerato anche l’esponenziale aumento e diffusione dei mezzi di trasporto su quattro ruote, l'ACI si pone come il punto di raccordo fra l'utente delle automobili e le problematiche legate agli aspetti prettamente burocratici.

Go to Top