Si possono ammirare in tanti film americani, sono spesso fantasiose e rappresentano il sogno anche di qualche italiano goliardico oppure eccentrico. Le targhe personalizzate infatti sono un elemento davvero originale e caratteristico da inserire sulla propria automobile. Negli USA se ne possono trovare anche con disegni, colori, riferimenti o sfondi riferiti ai singoli Stati americani.

Ad esempio, in alcune targhe del Texas o del Nevada, alcuni inseriscono linee che si rifanno alla forma delle piante di cactus, in quanto in questi due Stati vi sono grandi e note distese di deserto, in cui tale vegetale si trova. In Italia, purtroppo, come vedremo, non si potranno inserire tali fantasie in una targa automobilistica. Ci si potrà solo “accontentare” delle tradizionali cifre e lettere, già presenti e diffuse sulle targhe in circolazione nel nostro Paese. Ma vediamo come poter tentare di ottenere una targa auto personalizzata.

Cosa dice il Codice della Strada

Tale normativa indica la possibilità, per chi lo desidera, di poter personalizzare la propria targa dell’automobile. In particolare, l’articolo 100 del Codice della Strada definisce le modalità attraverso cui un mezzo viene associato ad una targa, ribadendo univocità e non trasferibilità della stessa, la sua funzione di riconoscimento e addirittura anche la posizione in cui essa deve essere posta. Scorrendo tale articolo, poi si trova il comma 8, in cui si fa espressamente riferimento alla personalizzazione.

Difatti, il comma prevede l'opportunità, per l’intestatario di un mezzo, di poter scegliere una combinazione alfanumerica particolare (e quindi personalizzata) per targhe di automobili o motociclette. Tuttavia, come detto, queste devono rispettare le caratteristiche di quelle tradizionali: fondo bianco rifrangente, numeri e lettere di colore nero, bande blu laterali con la consueta “I” di Italia, anno di immatricolazione e, eventualmente, città. A queste si aggiungono ulteriori limitazioni.

Prima di tutto, la targa non può iniziare con le lettere X, Y e Z e non può contenere I, O, Q ed U. Inoltre, la targa personalizzata si può richiedere unicamente per nuove immatricolazioni e non in sostituzione di una già esistente, tranne in caso smarrimento o furto (in tale ipotesi particolare, la sostituzione risulta comunque alquanto complessa e costosa). Di conseguenza, rispettando tali limitazioni, si può richiedere praticamente di tutto.

Il costo della targa personalizzata

Per apporre questo elemento originale sulla propria automobile, si devono compilare appositi moduli e presentarli agli uffici del Dipartimento dei Trasporti Terrestri competente per territorio e si avrà un esborso di circa 150 Euro. Nel caso in cui, invece, ci si volesse rivolgere ad un’agenzia per le pratiche automobilistiche, allora la spesa potrebbe raggiungere anche i 250 Euro.

Gli uffici preposti vaglieranno la domanda e verificheranno che la targa richiesta non sia già in uso. Se l’esito della verifica è positivo, entro 30 giorni si dovrebbe ricevere la nuova targa, stampata dal Poligrafico dello Stato. Nel periodo di tempo intercorrente tra presentazione ed accettazione della pratica e consegna effettiva della placca metallica di riconoscimento del veicolo, si potrà circolare con una provvisoria.

Problematiche connesse alla targa personalizzata

2 car 604019 1920 1

Tuttavia, esiste un grande problema relativo a tutto questo: sebbene il Codice della Strada preveda la possibilità di richiedere una targa auto personalizzata, al momento mancano i decreti attuativi, che disciplinino le procedure da eseguire. Di conseguenza, esiste la possibilità teorica di avere una targa personale, ma effettivamente non è ancora possibile averne una. Comunque, si potrebbe effettuare un piccolo tentativo molto particolare.

Nello specifico, si potrebbe richiedere, per il tramite del concessionario o del titolare della società di pratiche auto che segue la procedura dell’immatricolazione, qual è il prossimo gruppo di targhe automobilistiche in arrivo all’ufficio motorizzazione della provincia e cercare di opzionare un numero da abbinare alla propria automobile. Tale procedimento, naturalmente, non è ufficiale ma soltanto una richiesta molto informale ed effettuata, nel caso, a titolo di cortesia.

Abbiamo fatto riferimento ai numeri, in quanto le lettere non possono essere “richieste” e bisogna pertanto accettare quelle assegnate e perciò rinunciare al sogno di avere quelle da noi preferite. Non resta che attendere a questo punto l’arrivo dei decreti attuativi, per poter ottenere una bella targa automobilistica personalizzata e circolare con questo elemento originale apposto sul proprio veicolo.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

La Motorizzazione di Firenze: ecco le sedi e gli indirizzi

La Motorizzazione di Firenze

La motorizzazione civile di Firenze è il punto strategico per tutti quelli coloro che desiderano avere delle informazioni sui servizi offerti in questa materia, come pratiche, revisioni, rilascio certificati, collaudi, ritiro patenti e molto altro.

Autosupermarket: compravendita e offerte per auto

Uno dei principali siti italiani dedicati alla vendita e all'acquisto di automobili, è Autosupermarket.it. In questo sito italiano è possibile trovare tutte le migliori offerte di auto usato, ed è possibile trovare e vendere sia automobili usate che nuove, oltre ad avere a disposizione una panoramica su tutta una serie di offerte e occasioni di auto a km0.