Gli utenti che risultano essere dipendenti o professionisti che utilizzano l'automobile durante il loro lavoro, possono usufruire delle Tabelle Aci rimborso chilometrico. In questo modo, vengono quantificati i costi chilometrici necessari ad ottenere i rimborsi per tutti coloro che utilizzano un proprio veicolo nello svolgimento di attività per conto di un datore di lavoro specifico.

Le tabelle ACI sui rimborsi per KM michelin

Il sito dell’Aci offre al cliente il servizio sui costi chilometrici per una data trasferta che il dipendente compie per conto di una società.

I costi proporzionali si riferiscono ai chilometri percorsi in un anno; in questa categoria quindi rientreranno costo del carburante, della manutenzione e dei pneumatici.

Per costi non proporzionali invece si intendono tutti i costi fissi, come per esempio la tassa di circolazione, il premio per la RC Auto e la quota interessi. In ultimo viene visualizzata una tabella con i rimborsi euro/Km con le diverse fasce di chilometri percorsi.

Più km saranno percorsi e più il costo €/Km sarà più basso: questo perché il costo per Km si suppone che venga ammortizzato in un tratto di tragitto più lungo.

Come muoversi? Puoi eseguire il calcolo del rimborso chilometrico anche attraverso il sito di Quattroruote

Per effettuare i calcoli basta seguire questi semplici passi:

  • Collegarsi al sito
  • Selezionare il modello di macchina e indicare il tipo di alimentazione (benzina, gasolio, benzina e gas liquido)
  • Inserire il codice di controllo e premere il tasto “Calcola”

Come spiegato nel precedente paragrado, a questo punto l’utente avrà di fronte tre tabelle di rimborsi: costi proporzionali, costi non proporzionali e costi complessivi per le percorrenze annue richieste. Il tutto in pochi minuti.

I parametri da indicare

Attraverso il calcolo dei costi chilometrici, si ha la possibilità di verificare i valori connessi ai singoli veicoli:

  • categoria di veicoli
  • elenco marche
  • alimentazione
  • data di calcolo

Origine dati

Nel calcolo che andiamo ad effettuare, gli importi specificati sono comprensivi di IVA: eventualmente è possibile richiedere il calcolo al netto dell'IVA per quanto riguarda gli autofurgoni.

Tutti gli importi relativi ai costi chilometrici delle Tabelle Aci rimborso chilometrico vengono aggiornate mensilmente ed elaborati dalla Direzione Studi e Ricerche – Area Statistica,

I prezzi dei carburanti sono invece comunicati dal Ministero dello Sviluppo Economico (per la benzina, gasolio e GPL) e da Metanoauto (per il metano, solo dal 2008). Le Tabelle sono aggiornate settimanalmente.

Il sito dell’ACI (acronimo di Automobile Club d’Italia) offre agli utenti un importante e utilissimo servizio per il calcolo dei rimborsi tramite un proprio servizio online semplice da usare. Questo procedimento serve per tutti quei dipendenti di un’azienda a cui spetta il rimborso per una trasferta di lavoro ed è effettuata in base ai chilometri percorsi.

Come si effettua il calcolo?

Per sapere a quanto ammonta il rimborso, l’Aci effettua un calcolo tramite il proprio sistema attraverso i dati inseriti dall’utente. Il sistema è molto semplice e lineare. Il calcolo darà come risultato infatti tre diverse tabelle, come spiegato dettagliatamente nell’articolo sui rimborsi Aci: costi non proporzionali (ossia costi fissi), costi proporzionali (riferiti al carburante e agli pneumatici) e costi complessivi per le percorrenze annue richieste.

In quest’ultima tabella riassuntiva viene espresso il costo €/Km con le diverse fasce di km percorsi (ogni variazione di fascia è di 5000 Km). C’è da aggiungere un’ulteriore informazione sul calcolo dei rimborsi fornita dall’Aci: più la distanza aumenta e più scenderà il costo €/Km nell’ottica di un ammortizzamento della spesa spalmata su tutto il viaggio.

Altre informazioni da sapere: postille di fine pagina

Oltre questi risultati riguardo il calcolo sui rimborsi, l’Aci aggiunge delle postille a fine pagina. Una di queste spiega che si sta provvedendo all’aggiornamento sulla sovrattassa dei veicoli con potenza maggiore di 185KW. Inoltre se la situazione assicurativa è diversa dai parametri medi presenti sul sito, l’utente seguendo le indicazioni elencate può sostituire l’importo relativo al premio Rc Auto con quello reale, sommare questa cifra con gli altri costi non proporzionali, dividere il totale per i km percorsi e aggiungere tale risultato ai costi proporzionali.

Alla fine di questo processo si avrà infine il nuovo costo complessivo d'esercizio. Pochi clic dunque per un servizio molto utile e che soprattutto ha i tratti della semplicità, fondamentale per gli utenti che non andranno in confusione usando questo sistema. Non vi rimane che provare il servizio e farci sapere che ne pensate.



Potrebbe interessarti

Noleggio a lungo termine o acquisto auto nuova? Quale conviene?

Acquistare un’auto diventa sempre più una scelta importante da effettuare perché oltre al costo di acquisto di un’auto, nuova o usata che sia, bisogna aggiungere le spese di mantenimento, come la benzina, la manutenzione, l’assicurazione, le tasse e così via.

Leggi tutto...

Vendita auto incidentate e sinistrate: a chi rivolgersi?

Un gran numero d’incidenti avviene sulle strade cittadine e sulle grandi arterie stradali che collegano zone tra loro distanti all’interno delle metropoli moderne. Spesso negli spazi sterrati delle autodemolizioni si vedono auto incidentate, oltre a veicoli che sono giunti al termine della loro vita utile e quindi non sono più utilizzabili.

Leggi tutto...

Auto all'asta per privati: vediamo come funziona

Per acquistare una automobile a prezzi veramente stracciati, una possibilità è quella di partecipare alle aste auto, ovvero aste giudiziarie in cui vengono vendute automobili provenienti da società o soggetti caduti in fallimento o esecutati, o ancora alle aste auto vengono vendute automobili prelevate durante pignoramenti.

Leggi tutto...

Modelli auto Kia: scopri tutte le novità

 

I modelli auto Kia vengono prodotti dalla casa automobilistica coreana, in particolare si tratta della prima azienda della Corea del Sud ad aver iniziato la produzione di modelli automobilistici.

Leggi tutto...

Club Alfa Italia: come aderire

Il Club Alfa Italia è un luogo, concreto e virtuale allo stesso tempo, in qui tutti gli appassionati di Alfa Romeo possono ritrovarsi per scambiarsi idee ed organizzare incontri; è nato abbastanza recentemente, nel 2003, come punto di riferimento sul web per gli amanti di questa autovettura.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Concessionari Ford del Veneto: qualche riferimento

Se avete deciso che la vostra prossima macchina deve essere una Ford, non importa se nuova o usata, vi consigliamo dei concessionari del Veneto a cui potete rivolgervi. Affidandovi a questi professionisti del settore, potrete ottenere il modello di Ford costruito secondo le vostre esigenze.

Leggi tutto...

Targhe storiche: possono essere usate per la re-immatricolazione?

È raro veder circolare vetture autenticamente storiche dotate della propria targa di origine, capita invece di vedere vetture storiche dotate di targhe moderne; questo perché la vigente normativa non permette di re-immatricolare vetture storiche con una targa in “formato” storico e coloro che se ne fanno realizzare una appositamente non possono circolare se non in luoghi privati.

Leggi tutto...

Concessionarie BMW a Milano: indirizzi e orari d’apertura

 

La BMW è un'azienda che produce autoveicoli di grande qualità. Venne fondata il 7 marzo del 1916 grazie alla Bayerische Flugzeug Werke, azienda che produce motori aeronautici. Molti i concessionari nella città di Milano e provincia: di seguito ne riportiamo solo alcuni dei migliori.

Leggi tutto...

Concessionari: rivendere auto usate

Il mercato dell’auto vive in un costante altalenarsi tra periodi di crisi e boom di vendite. La clientela italiana è molto variegata, perché diverse sono le esigenze di ogni singolo cliente.

Leggi tutto...

Concessionari Peugeot del Veneto: qualche consiglio

É recente la notizia di una nuova vita in casa Pegeot. L’azienda francese che gestisce anche Citroen, ha acquistato per poco più di 1 miliardo di euro il marchio Opel, direttamente dal gruppo General Motors.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Bollo auto nella Regione Marche: info principali

Forniamo una serie di informazioni relative al pagamento del bollo auto per la Regione Marche. Questo tipo di imposta relativa al possesso dell'automobile, varia infatti a seconda della Regione di appartenenza certificato nei documenti del veicolo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ufficio motorizzazione civile di Bari: tutto quello che c’è da sapere

In Italia si contano numerose sedi legali regionali della motorizzazione per decentralizzare e velocizzare alcune pratiche automobilistiche. La sede centrale si trova a Roma e insieme al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) gestisce le normative e le verifiche sui veicoli circolanti. Tra le varie sedi regionali e provinciali, si cita anche l’Ufficio della motorizzazione civile di Bari.

Leggi tutto...
Go to Top