La memoria olfattiva è tra le capacità umane più interessanti ed evocative: è sufficiente un odore, un profumo o un’aroma per riportare la mente a luoghi e situazioni più o meno piacevoli.

Gli odori che suscitano maggiori emozioni sono quelli legati ai ricordi, agli oggetti e agli ambienti più familiari. La casa di campagna in autunno, l’odore del mare al primo bagno d’estate, il primo bacio. L’odore dell’auto del nonno, il profumo degli interni in pelle della prima automobile.

Profumi per la macchina: le migliori marche

Nella manutenzione dell’auto la scelta dei profumi per la macchina non è fattore secondario, proprio perché l’aria presente nell’abitacolo influenza direttamente la predisposizione d’animo con la quale affrontiamo l’esperienza di guida. Ci sono fragranze che rilassano e tranquillizzano, altre che donano una sferzata di energia, altre che rinfrescano l’ambiente e trasmettono leggerezza e ariosità.

Il profumo giusto in macchina contribuisce alla qualità del tempo trascorso nell’abitacolo: perché dunque accontentarsi di un qualcosa dal basso costo, magari brutto a vedersi, solo per risparmiare qualche euro, quando si può scegliere un oggetto di design, di grande fascino e attrazione, oltre che di benessere?

I profumi per macchina migliori – da non confondere con i deodoranti che si trovano in circolazione nei supermercati che sono realizzati chimicamente e costano di meno, pur avendo delle accattivanti fragranze – sono quelli creati artigianalmente e che contengono oli essenziali. Tra le migliori marche ricordiamo Apalus, Millefiori, Officina delle Essenze.

Quali profumi per auto scegliere

I profumi per auto non sono tutti uguali. La scelta dipende dalle proprie attitudini, dai gusti personali, dal livello di qualità che si ricerca: ci sono molti prodotti commerciali di buon gusto e qualità, ma che non offrono il valore aggiunto alla personalizzazione che è in grado di dare un profumo artigianale, confezionato su misura e gusto del richiedente, proprio come se fosse un lavoro sartoriale.

Non a caso, da molti anni, le più importanti case automobilistiche si rivolgono a stilisti e case di cosmesi per farsi realizzare il profumo ideale da abbinare al modello di vettura.

Case automobilistiche e profumazioni

Nel mondo delle auto di lusso anche Lamborghini ha da tempo sposato l’alta profumeria, collaborando con la Intertrade Group e dalla cui unione sono nati 4 profumazioni per auto diverse:

  • L1 un profumatore di colore nero pensato per gli automobilisti “introspettivi”. La fragranza è un mix di Pepe, Muschio, Tabacco e Vetiver:
  • L2 di colore giallo per gli amanti delle emozioni forti e dell’avventura, una fragranza dominata dalle note frizzanti del Limone, del Mandarino, Pepe Rosa, Betulla, Noce Moscata e Lavanda.
  • L3 colore rosso per gli automobilisti di carattere che amano le note di testa speziate come lo Zafferano, il Bergamotto, la Lavanda, uniti al profumo di fiori ricercati come la Violetta e il Cisto per terminare con una scia di Sandalo, Fava Tonka, Patchouli e Vetiver.
  • L4 un profumo per persone energiche creato sulla base della famiglia olfattiva degli agrumati, come il Bergamotto e il Pompelmo Rosa e declinato con l’intensità del Cardamomo, l’Ambra e il Patchouli, Pepe e Incenso.

Per rimanere sulle vette della profumazione di lusso direttamente associata alle case automobilistiche, anche la Mercedes Classe S ha sviluppato una serie di diffusori di fragranze per i suoi clienti “vip”, diffusori integrati persino in alcuni modelli, così come fa l’Audi con il modello A3.

Il noto designer Pininfarina invece si è rivolto all’esperienza della Arexons per le profumazioni abbinate al design del profumatore AirTech, caratterizzato da una struttura a “T”: l’aria entra all’interno del profumatore attraverso la bocchetta di areazione e colpendo il filtro in più punti, si impregna di profumo, le griglie laterali distribuiscono uniformemente la fragranza garantendo la diffusione in tutto l’abitacolo.

Scegliere il profumo ideale per la propria macchina

Non è necessario volare così in alto per trovare il profumo ideale per la propria auto. Vi sono produttori di qualità per tutti gli automobilisti che amano prendersi cura della propria vettura in modo speciale. Basti ricordare la collezione di diffusori Equivalenza con fragranze realizzate con essenze naturali, senza etanolo e altre componenti inquinanti, ma anche la linea Bean, Millefiori con soluzioni da applicare sulle bocchette (forse il metodo più popolare e diffuso), Repsol o Officina delle Essenze con i suoi raffinati spray.

Quali sono le tipologie di profumi per auto

Esistono sostanzialmente quattro grandi famiglie di prodotti per la profumazione dell’automobile. La scelta non dipende solo dalla differenza di profumazioni, ma anche dalla praticità, dal tipo di applicazione, dai costi, dall’estetica. Ecco le principali tipologie di profumi per macchina:

Profumi ricaricabili per bocchetta d’aria

I profumatori per bocchette d’aria si applicano intuitivamente sulle bocchette e si attivano al passaggio dell’aria. È un modo pratico e sicuro per garantire una profumazione omogenea in tutto l’abitacolo, ma è anche la tipologia più diffusa in commercio con profumazioni molto gradevoli.

I profumatori di questa categoria sono diversi tra loro, non solo nelle profumazioni, ma anche nei sistemi di fissaggio (adesivi, a molla, applique da agganciare sia alle griglie di aerazione verticali che orizzontali), per design, nonché per metodi di ricarica. Questi accessori possono funzionare tramite pastiglie profumate da ricaricare o barrette assorbi odori.

Le pastiglie sono solitamente imbevute di profumo liquido e si “rigenerano” versandoci sopra le essenze profumate preferite. Ovviamente è raccomandabile l’uso di ricariche profumate che non contengano sostanze chimiche. La durata media dei profumatori per bocchette è di circa 30 giorni per ricarica.

I vantaggi di questa tipologia di profumazione sono la facilità di applicazione, la reperibilità in commercio, i costi contenuti. Gli svantaggi sono prevalentemente di tipo estetico, la durata è breve perché tendono ad asciugarsi velocemente all’aria e per i prodotti commerciali, le profumazioni sono prodotte chimicamente.

Profumatori per specchietto retrovisore

I profumatori da apporre sullo specchietto retrovisore rappresentano un grande classico. Gli esemplari “storici” sono gli alberelli colorati profumati, ma in generale la “famiglia” dei profumatori da appendere allo specchietto è davvero ampia, e ve ne sono di diversi tipi, anche con design molto apprezzati, che utilizzano oli essenziali, come nel caso della boccetta di profumo con il tappo in sughero che sprigiona l’odore.

A differenza dei classici profumatori per specchietto la boccetta offre una profumazione di livello superiore e il costo è leggermente più alto, anche se si rimane sempre nella fascia economica di profumatori per auto.

I vantaggi sono dunque la facilità di applicazione, i costi bassi. Lo svantaggio principale è la profumazione scadente.

Deodoranti per auto in cartonfeltro

La terza famiglia di profumatori è rappresentata dai cartonfeltro, che possono essere applicati ovunque nell’abitacolo ed erogano il profumo gradualmente, regolandone il dosaggio estraendo una piccola parte di feltrino imbevuto.

I vantaggi sono rappresentati dall’economicità e dalla facilità di utilizzo, gli svantaggi riguardano ancora una volta la scarsa qualità della profumazione e l’estetica.

Profumi spray per la macchina

Nell’ambito delle famiglie di profumatori per macchina quelli a spray risultano essere i migliori per molti aspetti. Si tratta di un prodotto ottimo perché istantaneo. Si applica rapidamente e l’odore nebulizzato permane nell’aria per lungo tempo.

I vantaggi dello spray sono la facilità di applicazione, la praticità, la discrezione - perché possono essere riposti in un vano portaoggetti - non si asciugano mai e soprattutto sono realizzati artigianalmente con essenze e fragranze naturali, come nel caso del brand Officina delle Essenze. Lo svantaggio principale è - però - il costo: i profumatori spray sono la famiglia più costosa.

Pelli profumate per il cruscotto

Una menzione particolare meritano le pelli profumate per cruscotto, un prodotto per la profumazione che esula dalle tipologie elencate finora, ma che rappresentano una soluzione elegante, raffinata, bella al tatto e alla vista, semplicissimi da usare; fin qui i pregi, ma i difetti sono il costo alto, la necessità di spolverarli all’occorrenza e la breve durata, poiché si asciugano presto soprattutto se esposti al sole.

Deodoranti Homemade

Per quanto acquistare un buon deodorante già pronto e confezionato possa evitare la seccatura di dover continuamente pensare all’essenza che i vostri ospiti possono percepire all’interno della vostra autovettura, cimentarsi a volte nella realizzazione di oggetti d’uso fai da te, può risultare estremamente ecologico, alla luce di una continua direzione verso il consumo. Esistono poi anche i cosiddetti “casi allergici”, che interessano le persone più sensibili, le quali devono necessariamente ricorrere a soluzioni alternative per evitare che la propria auto possa sembrare una discarica abbandonata e che, contemporaneamente, loro possano avere il naso rosso per un lungo tragitto. Ecco perché in questo piccolo paragrafo vengono declinate diverse modalità per profumare il proprio veicolo con oli essenziali e naturali. Di estrema importanza però risulta tenere a mente che un deodorante per auto non è assolutamente una sostituzione al pessimo odore della sigaretta, per cui se tenete alla piacevolezza degli odori, sarà bene che al vostro prodotto fatto in casa o acquistato, non aggiungiate essenze che possono esulare totalmente dal piacere di un buon profumo.

Esemplare nella realizzazione di deodoranti per automobili homemade è il classico sacchetto di lavanda. Quest’ultimo è usuale anche all’interno degli armadi, proprio perché capace di sprigionare un odore forte e permanente. Se avete la possibilità di raccogliere in prima persona la lavanda, questa risulterà più efficiente nel rilascio della sua essenza, altrimenti è possibile acquistare in erboristeria già dei fiori di lavanda secchi e pronti all’uso. Un ottimo tessuto capace di impregnare bene l’odore della lavanda è il  cotone, per cui scegliere un sacchettino di questo tipo, oppure di semplice lino o velati, sarà idoneo alla realizzazione del vostro deodorante. Infine basta chiudere il sacchettino con un elastico o un nastro, in modo che la lavanda non fuoriesca e cada sui vostri sedili.

Un’ottima alternativa alla lavanda sono le foglie di thè  o di altri fiori essiccati. Una banale bustina di thè aromatizzato proveniente da casa, può costituire un’ottima alternativa alla lavanda, il cui odore per di più piace davvero a pochi. Se però la volete fare breve e non volete perdervi in soluzioni di découpage, potete dare vita ad un deodorante per auto servendovi di qualche pezzettino di feltro impregnato di oli essenziali, che va periodicamente rinnovato affinché l’essenza non si perdi a lungo tempo e non vi lasci sprovvisti di un po’ di bontà olfattiva. A queste piccole soluzioni nulla vi toglie di imprimere la vostra impronta personalizzante, scegliete il feltro di un colore allegro e, magari cucitevi sopra la vostra iniziale: darà un tocco più domestico alla vostra automobile.

Autore: Enrico Mainero LinkedIn
Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).