Il noleggio a lungo termine sta ottenendo un grande riscontro nel mercato dell'auto, tanto da opporsi alla formula del leasing. Le due formule hanno delle differenze sostanziali che proveremo a delineare in questo testo. 

Cos'è il leasing?

Con il leasing, una società cede a un privato un'auto mediante il pagamento di una rata mensile in rapporto al valore del mezzo. Al termine del leasing, il privato può riscattare l'auto pagando una maxi rata, prorogare il contratto, o restituirla e attivare una nuova obbligazione.

Le tipologie di leasing sono due: nella prima, quella di tipo meramente finanziario con una rata bassa, le spese di manutenzione, bollo e assicurazione sono a carico del locatario; nella seconda modalità contrattuale, i costi indicati sono di competenza della società proprietaria del mezzo, ma in questo caso la rata è alta e si chiama formula onnicomprensiva.

Il leasing ha le seguenti caratteristiche di deducibilità fiscale:

  • leasing tutto compreso: è prevista una detrazione del 20% sulle rate fino a un valore massimo pari a € 18.075,99
  • leasing finanziario: le detrazioni sono del 70%, fino a complessivi € 18.075, 99

Caratteristiche del noleggio a lungo termine

Con il noleggio a lungo termine, non si diventa proprietario dell'automezzo; si tratta infatti di una sorta di abbonamento a un servizio prolungato, per dirla in parole povere.

Questa formula prevede una rata mensile con un prezzo conveniente specialmente per i possessori di partita IVA o le società, che possono usufruire degli sgravi fiscali.

Nel noleggio a lungo termine sono compresi tutti i costi accessori come: l’assicurazione, tutta la manutenzione ordinaria, il bollo e l’assistenza stradale.

Allo scadere del noleggio a lungo termine, l’auto si può acquistare al valore commerciale del momento. Oppure, dobbiamo riconsegnare il mezzo o decidere di sottoscrivere un nuovo contratto per la stessa automobile o per un'altra. Si tratta quindi di una locazione del bene da un proprietario a un affittuario.

E mentre il leasing può essere esercitato da banche o da società finanziarie, il noleggio a lungo termine è praticato da soggetti commerciali senza finalità finanziaria.

Per quanto riguarda le caratteristiche di deducibilità fiscale, abbiamo:

  • Esercenti arti e professioni: detrazione IVA al 40% 
  • Aziende per uso strumentale: detrazione IVA e deducibilità al 100%.
  • Aziende per uso non strumentale: detrazione IVA al 40% 
  • Aziende per uso promiscuo a dipendenti: detrazione IVA al 40% 
  • Agente o rappresentante di commercio:  detrazione IVA al 100% e deducibilità all’80% nel limite dell'ammontare dei costi di locazione e di noleggio che non eccede €5.165, con ragguaglio all'anno.
  • Società semplici e associazioni: detrazione IVA al 40% 

noleggio-vs-leasing.jpg

Qual è lo strumento più conveniente?

Leasing o noleggio a lungo termine? Non esiste una risposta assoluta, dipende dalle esigenze soggettive, mentre con il Governo Monti le detrazioni sono diventate pressoché identiche, con alcuni piccoli vantaggi a favore del noleggio.

Per chi ha intenzione di diventare proprietario dell’auto in futuro, la soluzione indicata è ovviamente il leasing, sapendo che alla fine è prevista una rata finale e si viene in possesso di un mezzo svalutato.

Chi vuole cambiare auto di sovente, potrebbe optare per il noleggio a lungo termine, non avendo bisogno di versare nemmeno l'anticipo.

È da ricordare che noleggio a lungo termine ha il limite del vincolo dei chilometri annui percorsi. Infatti, oltre il limite solitamente stimato dai 15.000 ai 30.000 Km, per ogni metro in più bisogna pagare un surplus rispetto alla rata mensile. È conveniente calcolare in maniera preventiva i chilometri che si percorrono, potendo optare per la formula tutto incluso, che comprende molte spese accessorie. La valutazione di queste variabili è il discrimine per decidere per una delle due soluzioni.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Prendere la patente alla Motorizzazione di Milano: tutte le informazioni

Appena compiuti 18 anni, il primo pensiero di molti ragazzi è proprio quello di ottenere il foglio rosa in modo da poter guidare l’auto, per iniziare ad avere maggiore indipendenza e libertà di movimento. Effettuare l'esame per la patente in motorizzazione permette di ridurre di molto i tempi tecnici.

Ibrido o elettrico: cosa ci riserva il futuro. Ecco il nostro approfondimento

Ibrido o elettrico

In pochi anni il mondo delle quattro ruote si è sempre più indirizzato verso l’elettrificazione, raggiungendo risultati sorprendenti in quello che potremmo considerare pochissimo tempo.