Ogni Stato della Comunità Europea ha stabilito negli ultimi anni quali siano i dispositivi obbligatori da inserire nei kit per la sicurezza in auto. In Italia la legge prevede per la sicurezza auto, l'obbligo di avere con sè:

  • Il triangolo. E' obbligatorio esporre il triangolo qualora il veicolo si fermasse sulla carreggiata, sia di giorno che di notte. Non averlo a bordo comporta una sanzione che arriva sino ai 150 euro circa e la decurtazione di 2 punti dalla patente.
  • Il giubbetto di segnalazione ad alta visibilita (da indossare all'esterno della vettura), fondamentale se si scende dall'autoveicolo fuori dai centri abitati, nele piazzole o corsie di emergenza o si sta posizionando il triangolo. Se non si indossa la sanzione va dai 36 ai 150 euro circa oltre alla decurtazione di 2 punti dalla patente.

Gli altri strumenti per garantire la sicurezza in auto

Altre dotazioni da inserire nel kit per assicurare il conducente non obbligatorie nel nostro paese, ma comunque comode sono:

  • l'estintore ha un costo di circa 30 euro, con una spesa contenuta può essere un dispositivo utile per la sicurezza dell'auto e dei suoi passeggeri. Importante è fare attenzione alla data di scadenza.
  • Kit di pronto soccorso, consigliabile per rispondere a piccoli infortuni in caso di incidente o di manutenzione del veicolo.
  • torcia portatile. Il costo di tale strumento per la sicurezza auto è davvero basso, circa 5 euro, e può rivelarsi utile non solo in caso di guasto del veicolo ma anche qualora doveste cercare al buio informazioni o numeri di telefono del carro attrezzi.
  • la spatola per il ghiaccio. Forse meno importante rispetto ad altri dispositivi di sicurezza auto, ma utilissimo nelle giornate fredde per rimuovere in fretta lo strato di ghiaccio che si forma sul parabrezza. 

Trasporto bambini: conoscere i sistemi omologati per bambini

Una norma che i neo genitori devono conoscere quando si mettono alla guida della propria automobile, è quella relativa al trasporto dei bambini, regolamentato dall'articolo 172 del Codice stradale; è bene, quindi, che tutte le famiglie con bambini a carico conoscano la materia, per evitare eventuali pericoli ai bambini e per non incappare in multe molto severe. La legge obbliga il trasporto dei bambini minori di 12 anni o più bassi di 1,50 metri, su appositi sistemi omologati, ovvero particolari seggiolini che si agganciano ai sedili.

Tipologie di seggiolini

La normativa europea prevede 5 tipologie di seggiolini omologate per il trasporto dei bambini su automobile.

  • Il gruppo 0, o navicella, è indicato per i bambini fino a 9 mesi circa, per un peso massimo di 10 kg. Questo tipo di seggiolino permette al bambino di restare in posizione supina.
  • Il trasporto dei bambini su seggiolini di gruppo 0+­ è valido fino ai 13 kg, per bambini da 0 a 15 mesi. L'ovetto è un seggiolino appartenente a questa categoria.
  • Fanno parte del gruppo 1 seggiolini per bambini da 9 a 18 kg, da 9 mesi a circa 5 anni di età. Questo tipo di dispositivi per il trasporto dei bambini in auto sono fissati tramite le cinture di sicurezza.
  • Per il trasporto dei bambini da 15 a 25 kg, ovvero da 4 a 6 anni di età, bisogna attrezzarsi con seggiolini del gruppo 2.
  • L'ultimo gruppo di seggiolini per il trasporto bambini, il gruppo 3, è valido per bambini da 22 a 36 kg, di età dai 6 ai 12 anni circa.

Gli ultimi due tipi di seggiolino sono dotati di braccioli e rialzo, che permettono al bambino di indossare la cintura di sicurezza dell'automobile. Infine, a partire dai 12 anni di età, o superato il metro e 50 di altezza, il bambino può utilizzare le normali cinture di sicurezza.

Road trip in tutta sicurezza

Leggiamo Road Trip, ma pensiamo Avventura: nessuno è immune dal fascino dei viaggi in automobile, soprattutto se si parte alla scoperta di località poco note e se durante il viaggio si attraversano paesaggi sconosciuti e suggestivi. L’Italia si presta bene a questa formula di viaggio, con le sue grandi città ben connesse e i piccoli borghi storici sparpagliati ovunque.

Pensate alle piccole cittadine arroccate sugli Appennini o ai minuscoli villaggi nascosti tra le colline umbre o ad alcuni paesini dell’entroterra, unici e suggestivi: spesso questi luoghi non sono raggiungibili con il treno e solo l’automobile vi permetterà di partire alla scoperta dei Borghi più belli d’Italia senza vincoli di orari e regalandovi la sensazione di avere la completa libertà di viaggiare come preferite.

Controlli prima di partire!

Il Road Trip è anche sinonimo di evasione, indipendenza, scoperta e spensieratezza, ma qualche accorgimento prima e durante il viaggio vi risparmierà noiosi imprevisti e vi permetterà di godervi il viaggio.

Revisione raccomandata: per non avere un viaggio troppo, troppo imprevedibile vi consigliamo di programmare un buon controllo all’auto. Olio motore, batteria, luci, gomme, antigelo e freni devono essere in condizioni perfette. Anche i cristalli hanno molta importanza: parabrezza, lunotto o finestrini rovinati o scheggiati compromettono la visibilità, quindi prima di partire provvedete alla riparazione o sostituzione dei cristalli rovinati.

Equipaggiamento base: partite all’avventura, ma preparatevi a tutto! Portate con voi coperta, torcia elettrica, tanica di plastica, carta assorbente, qualche snack, acqua in abbondanza e buona musica.

Kit invernale: un viaggio invernale è molto affascinante, ma se non volete soffrire il gelo assicuratevi di non avere finestrini guasti o rotti, ma soprattutto di avere un impianto di riscaldamento funzionante, che eviterà l’accumulo di ghiaccio e condensa sul parabrezza. Portate con voi le catene e un raschietto per il ghiaccio. Non fatevi cogliere impreparati da precipitazioni abbondanti: controllate e provvedete, se necessario, alla sostituzione delle spazzole tergicristallo, in modo da essere pronti ad affrontare qualunque nubifragio. Evitate di guidare se c’è nebbia e approfittatene per scoprire le specialità gastroenologiche del luogo in cui vi trovate!

Bagaglio: per un Road Trip che attraversa diversi paesaggi e altitudini, consigliamo di portarsi una varietà di vestiti adeguata alle temperature. Riponete tutto, se possibile, nel bagagliaio e cercate di non ingombare il lunotto posteriore: oltre a compromettere la visibilità al guidatore, posizionare oggetti rigidi o ingombranti nel retro dell’auto potrebbe causare rotture al lunotto posteriore.

Prudenza, rispetto delle regole della strada e buon senso sono gli ultimi ovvi consigli. Per il resto non possiamo che augurarvi di vivere un’avventura indimenticabile, viaggiando tra i mille paesaggi e colori che l’Italia offre ad ogni stagione!


Potrebbe interessarti

Incentivi per le auto elettriche: cosa fanno per noi i produttori?

Le auto elettriche fanno parte della classe di vetture dette ecologiche, che utilizzano una fonte energetica alternativa alla benzina. Possono essere elettriche, ibride, a gpl, a metano, a idrogeno o a biocombustibili.

Auto ibride in commercio: quali sono le loro caratteristiche?

Un veicolo ibrido è un mezzo di trasporto con un sistema di propulsione di tipo termico ed un motore elettrico. Oltre a questa definizione relativa al motore, una auto ibrida può essere definito dal tipo di carburante utilizzato: alcuni esempi sono il motore a benzina-gpl, oppure a benzina e metano, o ancora benzina-idrogeno. Con questo tipo di veicolo potrete ottenere delle agevolazioni sul bollo auto e potrete circolare nella fascia verde, evitando così il blocco auto imposto dal comune. Così oltre a combattere l'inquinamento delle polveri sottili, eviterete qualsiasi blocco del traffico.

Auto all'asta per privati: vediamo di che si tratta e come funziona

Auto all'asta per privati

Per acquistare una automobile a prezzi veramente stracciati, una possibilità è quella di partecipare alle aste auto, ovvero aste giudiziarie in cui vengono vendute automobili provenienti da società o soggetti caduti in fallimento o esecutati, o ancora alle aste auto vengono vendute automobili prelevate durante pignoramenti.

5 elementi da osservare quando si acquista un’auto usata

Scopri quali sono i 5 elementi da osservare quando si acquista un’auto usata, per non incorrere in fregature o eventuali sanzioni.

Scegliere l’auto: meglio nuova o usata?

Decidere di scegliere un’auto nuova o una usata sono entrambe decisioni che dipendono dalle intenzioni della persona in base alle proprie particolari esigenze. Da quanto si capisce dalle ricerche in merito, gli italiani negli ultimi anni preferiscono sempre di più le vetture di seconda mano.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Concessionari Volkswagen a Torino: tutte le informazioni

Nei concessionari del gruppo Volkswagen di Torino, potrete trovare tutti quei modelli di auto nuove e auto usate che fanno parte della grande famiglia del marchio tedesco di cui fanno parte anche altri grandi case automobilistiche come Audi, Seat e Skoda. Non solo Polo Golf, quindi, saranno disponibili per voi nella rete di concessionari, ma anche A4, A6, Fabia e Altea: in pratica, grazie a questo nutrito parco macchine difficilmente non riuscirete a trovare il modello che fa per voi.

eBay: ricambi auto e pezzi vintage per le vetture d'epoca

Uno dei modi più efficaci per reperire ricambi d'auto epoca al giorno d'oggi è quello di effettuare le proprie ricerche su internet: sul web infatti esistono molti siti che si occupano di commercializzare pezzi di ricambi per auto d'epoca.

Concessionari Fiat in Emilia Romagna

Dal 2014 la storica azienda torinese ha vissuto un passaggio epocale nella propria storia: il marchio infatti si è trasformato in FCA, che nasce dalla fusione di FIAT con Chrysler con relativa quotazione alla borsa di Wall Street.

Leggi anche...

Motorizzazione di Torino: indirizzo della sede e orari

Motorizzazione di Torino

La motorizzazione civile di Torino ha i propri uffici in via Bertani 41. Esiste anche un distaccamento che si occupa di revisione e collaudi a Settimo torinese, in strada Cebrosa 27. E' possibile richiedere le informazioni per la presentazione delle pratiche e la consultazione delle normative.

Leggi anche...

Come funziona il cambio automatico? Ve lo spieghiamo qui!

Uno degli elementi fondamentali affinchè l'automobile modifichi la propria velocità è senza dubbio il cambio, un sistema meccanico che permette di far aumentare o diminuire la velocità dell'automobile, ed è costituito da un complesso di sistema di ingranaggi a cascata che fanno variare progressivamente il rapporto di trasmissione e dunque la velocità.

Leggi anche...

Normativa Euro 6: scopri i dettagli

A partire dal 1 settembre 2014 è entrata in vigore la nuova normativa EURO 6 per tutti i nuovi modelli di auto venduti nell'Unione Europea. In pratica con la siglasi va a identificare un insieme di nuovi standard europei sulle emissioni inquinanti. L'obbligo di adattare la propria vettura agli standard è entrato in vigore invece a partire dal 2016.

Go to Top