Le auto elettriche fanno parte della classe di vetture dette ecologiche, che utilizzano una fonte energetica alternativa alla benzina. Possono essere elettriche, ibride, a gpl, a metano, a idrogeno o a biocombustibili.
Grazie ai numerosi incentivi, le auto elettriche sono quelle su cui le case automobilistiche stanno investendo maggiormente, e stanno ricevendo molte attenzioni dagli italiani.

Perche l'auto elettrica?

I motivi sono diversi:

  • La crisi economica (ricaricare l'auto costa meno che fare il pieno)
  • Gli incentivi statali
  • La maggiore attenzione all'ecosistema

Come funzioneranno gli incentivi statali

Dal 1 gennaio 2013 al 31 dicembre 2015, chi acquistero prenderin leasing un'auto elettrica o ecologica potrusufruire di un bonus pari al 20% del prezzo per gli anni 2013-14 e 15% per il 2015. Gli incentivi, anche se in misura minore, saranno attivabili anche a chi convertirla propria auto ad una fonte energetica diversa dalla combustione.

Il futuro di questi veicoli

A partire dal nuovo anno, numerose case produttrici metteranno in commercio nuovi modelli, caratterizzati da grandi dimensioni e prestazioni assolutamente paragonabili ai motori convenzionali.

Fra i nuovi modelli: Nissan Leaf Ev, Volkswagen Golf Blue-e-motion, Renault Fluence EV e Ford Focus Elettrica, con prezzi dai 28mila ai 38 mila euro. L'autonomia supera i 140 chilometri e i tempi di ricarica si aggirano attorno alle 4 ore, rendendone l'acquisto un investimento interessante.

E se inquinassero di più?

Recenti studi sostengono di dimostrare che, nonostante il taglio di emissioni di anidride carbonica, la loro stessa produzione e l'accumulo di energia elettrica costituiscono comunque un'emergenza ecologica. In realtà il problema un semplice gioco di proporzioni: se vero che la produzione di energia elettrica e i metodi di fabbricazione possono pesare negativamente sul bilancio ambientale, si devono pure considerare i benefici derivanti dall'utilizzo di un'auto elettrica.

Ovvero: miglioramento della qualità dell'aria in citte utilizzo di fonti alternative, a dispetto del petrolio che è destinato a terminare nel breve periodo.
Inoltre, occorre pensare che i metodi di fabbricazione delle vetture, coscome quelli di produzione di energia, subiranno dei miglioramenti negli anni a venire rendendo questa, una scelta sempre più green.

Produzione: tutte le novità in Italia

In tempi difficili come quelli che si stanno attraversando, il cittadino italiano guarda con sempre più interesse tutto ciò che risulta essere innovativo ed orientato ad un risparmio costante nel tempo.

A tal proposito, la produzione di auto elettriche, proposte da diverse case automobilistiche, sta suscitando una crescente attenzione e attrattiva per quelle che sono le novità in fatto di macchine e scooter ecologici. Sempre più offerte ad “emissioni zero”per promuovere la salvaguardia dell’ambiente e non solo.

Un'eco-mobilità solo per pochi

Nonostante le grandi potenzialità e le notevoli prestazioni constatate dall’utlizzo di auto elettriche, occorrerà attendere ancora del tempo prima di poterne acquistare una ad un costo mediamente accessibile e reso anche possibile da finanziamenti pubblici.

Infatti, nonostante le innumerevoli proposte delle case automobilistiche, la produzione di serie non è stata ancora indotta da nessuna di queste mantendo elevato il costo d’acquisto e lontano dalla portata dalla maggior parte degli automobilisti.

Acquisti favoriti dagli incentivi

La possibilità di comprare i modelli di questo tipo sarà favorita dallo Stato mediante dei finanziamenti, suddivisi in tre anni, che incentiveranno in questo modo la crescita e lo sviluppo della mobilità elettrica. La legge prevede differenti somme di denaro, valide fino al 2015, a seconda dell’emissione di CO2 fino a 120g/km dell’auto.

C’è però da dire che una buona parte dei bonus stanziati sarà destinata alle aziende per l’acquisto di veicoli commerciali, taxi e auto da noleggio.

Un duplice investimento per grandi vantaggi

Ambiente e risparmio sono i fattori essenziali che influenzano e determinano la scelta d’acquisto di un veicolo ecologico. Gli elevati prezzi della benzina e delle assicurazioni hanno portato i cittadini a considerare le auto elettriche come una valida alternativa a tutti quelli che sono i costi di mantenimento di una normale vettura.

E’ possibile avere un risparmio del 30% sui costi assicurativi e del 75% sul bollo; c’è da dire però che per i primi cinque anni si è completamente esenti dal pagarlo ed è addirittura prevista un’esenzione permanente totale in determinate regioni. Ma è l’alimentazione ad incidere sul risparmio: fino o poco più dell’80% che corrisponde a circa un 1,50 euro ogni 100 chilometri.

Molte auto elettriche si possono anche ricaricare per strada mediante una colonnina posizionata in alcune aree di diverse città d’Italia. Senza contare che è possibile circolare gratuitamente anche nelle zone a traffico limitato avendo così un risparmio giornaliero oltre che sulle strisce blu in molte zone italiane.

Fare il pieno di energia conviene

Per le auto ecologiche, ma anche per tutti gli altri mezzi elettrici, sono disponibili delle apposite colonnine elettriche mediante le quali è possibile ricaricare di energia la propria vettura. Queste sono dislocate nelle varie città e possono essere localizzate attraverso un’applicazione che indica quella più vicina al luogo in cui ci si trova. Purtroppo in Italia i punti di rifornimento non sono ancora numerosi, ma il numero delle colonnine dovrebbe aumentare notevolmente nel giro di breve tempo.

Roma: tante colonnine ma poco efficienti

E’ la Capitale che per ora possiede il record di numero di colonnine elettriche sparse per tutta la città. Oltre alle 102 già esistenti, ne sono in arrivo altre 200 che andranno sicuramente a migliorare la situazione attuale. Ricaricare macchine o uno scooter è diventata un’impresa difficile poichè diverse stazioni risultano essere fuori uso o quasi sempre occupate da macchine parcheggiate in divieto di sosta.

Un servizio che risulta essere innovativo ma non ancora sfruttato come si deve da tutti quegli automobilisti che per il momento continuano a preferire la propria abitazione come luogo per ricaricare il proprio mezzo elettrico.

Le auto elettriche Fiat

Anche la FIAT ha proposto delle automobili ecologiche, tra queste al Salone di Londra è stata presentata in estate la nuova 500 elettrica. La nuova 500 elettrica, detta probabilmente e500 è molto simile alla versione benzina o diesel e ha una buona tenuta su strada. Vediamone più nel dettaglio le caratteristiche.

Meccanica

Mantiene lo stesso sistema frenante, di sospensioni e il servo sterzo elettrico della 500 standard, il motore elettrico di trazione è asincronico trifase a 220 Volt.

Batterie

La batteria anteriore pesa circa 100 kg e assicura circa 2000 ricariche. La batteria è ai polimeri di litio ed è composta da 60 celle, la batteria posteriore si trova dove normalmente è posizionato il serbatoio. Anch'essa è una batteria ai polimeri di litio.

Il caricabatterie della nuova 500 elettrica va dai 220 Volt ai 380 Volt e ha bisogno da 2 a 8 ore per il pieno.

  • motore elettrico: asincronico trifase a 220 V
  • Potenza max: 30 Kw (41 CV)
  • Tempi di accellerazione da 0 a 50 km/h: 4,7 secondi per la versione Sport e 7 secondi per la versione Comfort
  • Velocità max: 115 km/h (Sport) e 95 km/h (comfort)
  • Autonomia ricarica: 145 km/8 ore
  • Peso: 1150 kg circa


Potrebbe interessarti

Aste giudiziarie auto a Modena: un’opportunità per fare buoni affari

Non si tratta di un percorso consueto quello di pensare di partecipare ad un’asta giudiziaria per poter acquistare un’automobile o altro bene in buone condizioni e magari anche di un certo pregio; ma è pur sempre una modalità attuabile.

Leggi tutto...

Autosupermarket: compravendita e offerte per auto

Uno dei principali siti italiani dedicati alla vendita e all'acquisto di automobili, è Autosupermarket.it. In questo sito italiano è possibile trovare tutte le migliori offerte di auto usato, ed è possibile trovare e vendere sia automobili usate che nuove, oltre ad avere a disposizione una panoramica su tutta una serie di offerte e occasioni di auto a km0.

Leggi tutto...

Auto usate in vendita da privati (non solo su Trovit)

In un periodo di difficoltà economica il mercato delle auto nuove continua a far registrare continui cali e riduzioni dei volumi, senza far vedere nel breve periodo una possibilità di ripresa. Di contro dall’altra parte il mercato dell’usato continua a reggere, con passaggi di proprietà che tengono molto di più il passo rispetto alle nuove immatricolazioni di vetture.

Leggi tutto...

Vendita auto usate: meglio affidarsi ad un concessionario

Nella situazione in cui si deve sostituire la propria autovettura ci si trova, nella maggior parte dei casi, a doverne scegliere una nuova (o “meno usata” rispetto a quella che abbiamo) e a rivendere quella che stiamo utilizzando quotidianamente. 

Leggi tutto...

Noleggio a lungo termine o acquisto auto nuova? Quale conviene?

Acquistare un’auto diventa sempre più una scelta importante da effettuare perché oltre al costo di acquisto di un’auto, nuova o usata che sia, bisogna aggiungere le spese di mantenimento, come la benzina, la manutenzione, l’assicurazione, le tasse e così via.

Leggi tutto...

I più condivisi

Concessionari FIAT a Milano: ecco alcuni indirizzi

Ormai marchio da quasi 110 anni, la Fiat è un'azienda leader in Italia per la produzione di autoveicoli. FIAT è l'acronimo di Fabbrica Italiana Automobili Torino e rappresenta una delle maggiori aziende del nostro paese. Dal 2014, il marchio ha cambiato denominazione e sede legale, per un rivoluzionario cambio d’epoca: ora infatti si parla di FCA, acronimo di Fiat Chrysler Automobiles.

Leggi tutto...

Concessionari Fiat in Toscana: a chi rivolgersi?

A tutti coloro che risiedono in Toscana, presentiamo dei concessionari Fiat a cui si possono rivolgere per l'acquisto di auto nuoveauto usate, di veicoli commerciali, di auto a metano o a 5 porte del marchio di Torino. La professionalità e la cortesia che contraddistinguono questi concessionari, si estendono anche alla fase successiva alla vendita, momento in cui verrete assistiti con dei servizi che vi torneranno molto utili.

Leggi tutto...

Concessionari Peugeot a Torino: info e contatti

Con la grande quantità d’informazioni automobilistiche a disposizione su internet, si può acquistare in concessionario la propria auto Peugeot dopo una scelta ponderata. Infatti, una decisione informata è quello che lascerà l'acquirente completamente soddisfatto. L'ideale è poter entrare in concessionarie pegout torino con le idee molto chiare, sapendo già quali sono le vostre preferenze riguardo al veicolo che vorrete acquistare.

Leggi tutto...

Concessionarie Ford a Roma: a chi rivolgersi?

La Ford possiede marchi quali Volvo, Mazda, Lincoln e Mercury. Nel 2007, è scesa al terzo posto come costruttore mondiale dopo General Motors e Toyota. Nonostante la crisi, i concessionari Ford di Roma restano comunque un punto di riferimento per chi cerca questi veicoli nella capitale.

Leggi tutto...

Concessionari Fiat del Veneto: a chi rivolgersi?

Vi offriamo una panoramica sui concessionari Fiat del Veneto a cui potete rivolgervi per provare, chiedere un preventivo o acquistare gli ultimi modelli di successo della casa di Torino, come ad esempio la fiat 500, fiat punto, fiat professional e veicoli commerciali. Prima di chiamare e/o di visitare fisicamente le concessionarie avrete la possibilità di visionare il loro sito web. Vi renderete certamente conto in maniera più dettagliata delle offerte che le case propongono a noi consumatori.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Motorizzazione civile a Palermo (e in Sicilia in generale)

Il Ministero dei Trasporti si occupa del piano generale dei trasporti e della logistica e i piani di settore per i trasporti, compresi i piani urbani di mobilità, ed esprime, per quanto di competenza, il concerto sugli atti di programmazione degli interventi di competenza del Ministero delle Infrastrutture.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Le Candele di accensione: come sceglierle e come sostituirle

Nei motori la candela d'accensione, inserita nella testa di ognuno dei cilindri, genera la scintilla che avvia la combustione della carica fresca. Alla candela viene applicata una tensione di migliaia di volt generata dalla bobina.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Normativa ADR per trasporto su strada di merci pericolose

ADR è l’acronimo che identifica l’Accordo europeo relativo ai trasporti internazionali di merci pericolose su strada. L’accordo fu firmato a Ginevra il 30 settembre 1947 e ratificato in Italia con la legge n. 1839 del 12 agosto 1962.

Leggi tutto...
Go to Top