Nel mondo delle automobili, il termine carter può essere declinato in vari modi. In genere, non è altro che uno o più coperchi la cui funzione è quella di proteggere determinati componenti delicati dell'automobile.

I più conosciuti sono quelli che proteggono il cambio o l'albero motore dell'automobile, e deriva il suo nome specifico proprio dalla parte su cui è posizionato: il carter secco, nelle automobili, ha dunque la funzione di chiudere nella parte inferiore il basamento dei vari punti cui è stato predisposto.

In genere possiamo suddividerli in più categorie.

  • Il carter secco è presente nei motori a quattro tempi o a due tempi unidirezionali.
  • Il carter umido è presente nei motori a quattro tempi o a due tempi unidirezionali.
  • Il carter pompa è presente nei motori a due tempi, ad eccezioni di gran parte di quelli unidirezionali. Nelle auto moderne, esso fa parte dei travasi e deve essere costituito da due canali, inseriti sotto i travasi stessi e a stretto contatto tra loro.

Il carter secco: vediamo nel dettaglio quali sono le sue funzioni

A differenza degli altri, il carter secco ha una funzione più delicata, e dunque è costituito in maniera meno semplice dell'altro.

Per permettere la lubrificazione del motore, infatti, non si serve della coppa dell'olio. L'olio viene perciò recuperato direttamente da una pompa posta in un serbatoio a sé stante; questa pompa, detta di mandata, spruzza l'olio direttamente negli organi del motore che vanno lubrificati, senza che quindi si depositi nella coppa.

In questo modo, il motore rimane lubrificato in maniera costante e risulta essere più compatto, evitando il problema dello spostamento dell'olio in curva. Inoltre, l'olio non riceve più troppe sollecitazioni esterne e tende a refrigerarsi leggermente. Per completare il discorso, esiste anche il carter semi-secco, dove il sistema che regola il carter secco funziona immediatamente nel basamento, perchè l’olio è raccolto in una camera diversa da quella a manovella.

Carter Umido: differenze e peculiarità

Questo tipo è fondamentalmente il più semplice fra i vari tipi esistenti. Fa da copertura in genere alla coppa, in cui giace l'olio motore, che tramite una pompa viene trasmesso al motore per essere lubrificato. E' usato in gran parte degli autoveicoli, in quanto è un sistema che non dà difficoltà di controllo del livello dell'olio, e permette così una minore cura e verifica del sistema.

Per questo motivo, il carter umido non viene utilizzato nei veicoli da competizione e da gara, in quanto la grande sollecitazione provocata dalle numerose curve farebbe rischiare il grippaggio del motore per via dello spostamento laterale continuo dell'olio.

Altre tipologie di carter

Quando di parla di meccanica, non esiste però solo il carter per quanto riguarda il motore, perchè possono essere interessate altre due parti: cambio e trasmissione.
Nel carter del cambio possiamo inoltre suddividere altre due sottocategorie, da circoscrivere se stiamo parlando di moto o scooter:

  • cambio a marce: il carter in questione ha la caratteristica di essere compatto e semplice.
  • cambio continuo: lo si può trovare molto spesso sugli scooter.

Per quanto riguarda invece il carter della trasmissione, possiamo elencare queste due sottocategorie:

  • Per moto: è necessaria fare un’altra distinzione tra carter parziale e totale. La differenza principale risiede nel fatto che il primo si applica nelle trasmissioni a catena mentre il secondo in quello a cinghia. Diversa quindi è anche la funzione visto che il carter parziale ha come scopo quello di proteggere moto e conducente dall’olio e dal rischio di restare impigliati a causa di lacci e scarpe. Nel carter totale lo scopo è quello di evitare che la ghiaia possa danneggiare la cinghia, scongiurando danni sia di funzionalità che di durata della stessa.
  • Per bicicletta: sul mercato ne esistono diversi tipi, che tuttavia riservano molti vantaggi. I vantaggi sono: evitare il contatto con le gambe del ciclista e preservare la catena della bicicletta dall’usura, non facendo pervenire polveri o sassolini. Nel caso però di carter integrali, bisogna mettere nel conto anche alcuni svantaggi, come ad esempio la difficoltà della lubrificazione o di cambiare la ruota posteriore, la deformazione del carter stesso che può provocare rumori sgradevoli qualora entri in contatto con le altre parti del mezzo o con i pedali ed infine il peso della bicicletta che aumenta complessivamente.


Potrebbe interessarti

Scegliere l’auto: meglio nuova o usata?

Decidere di scegliere un’auto nuova o una usata sono entrambe decisioni che dipendono dalle intenzioni della persona in base alle proprie particolari esigenze. Da quanto si capisce dalle ricerche in merito, gli italiani negli ultimi anni preferiscono sempre di più le vetture di seconda mano.

Leggi tutto...

Riviste sulle auto: scopriamo le più lette in Italia

Presentiamo una breve panoramica delle principali riviste di auto presenti nelle edicole italiane. In questa pagina troverete l'elenco dei migliori magazine mensili, settimanali e bisettimanali che raccolgono materiale sul mondo delle quattro ruote per rimanere sempre aggiornato.

Leggi tutto...

Auto a km 0: una guida imperdibile

 

Tra vetture nuove e usate c’è una terza via: l’auto a km0, dal prezzo di listino vantaggioso e dal contachilometri praticamente intatto La crisi non è ancora alle spalle, e basta guardare le principali rilevazioni economiche per rendersene conto. Soprattutto, resta un generalizzato calo dei consumi, particolarmente evidente nel settore delle vendite di automobili: in Italia, il 2013 si è chiuso con un totale di centomila vetture immatricolate in meno rispetto al già non brillante 2012.

Leggi tutto...

Vendita auto usate: meglio affidarsi ad un concessionario

Nella situazione in cui si deve sostituire la propria autovettura ci si trova, nella maggior parte dei casi, a doverne scegliere una nuova (o “meno usata” rispetto a quella che abbiamo) e a rivendere quella che stiamo utilizzando quotidianamente. 

Leggi tutto...

Auto ibride in commercio: quali sono le loro caratteristiche?

Un veicolo ibrido è un mezzo di trasporto con un sistema di propulsione di tipo termico ed un motore elettrico. Oltre a questa definizione relativa al motore, una auto ibrida può essere definito dal tipo di carburante utilizzato: alcuni esempi sono il motore a benzina-gpl, oppure a benzina e metano, o ancora benzina-idrogeno. Con questo tipo di veicolo potrete ottenere delle agevolazioni sul bollo auto e potrete circolare nella fascia verde, evitando così il blocco auto imposto dal comune. Così oltre a combattere l'inquinamento delle polveri sottili, eviterete qualsiasi blocco del traffico.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Concessionarie Mercedes Roma: a chi rivolgersi?

Uno dei marchi automobilistici più conosciuti al mondo è senza dubbio Mercedes-Benz, anche per il connubio sportivo con McLaren che ha fatto di questo motore uno dei protagonisti dagli anni '70 in poi. Il simbolo universalmente noto è lo stemma della stella a tre punte, presente sui cofano di tutti i veicoli di questo marchio.

Leggi tutto...

Concessionari FIAT a Milano: ecco alcuni indirizzi

Ormai marchio da quasi 110 anni, la Fiat è un'azienda leader in Italia per la produzione di autoveicoli. FIAT è l'acronimo di Fabbrica Italiana Automobili Torino e rappresenta una delle maggiori aziende del nostro paese. Dal 2014, il marchio ha cambiato denominazione e sede legale, per un rivoluzionario cambio d’epoca: ora infatti si parla di FCA, acronimo di Fiat Chrysler Automobiles.

Leggi tutto...

Concessionari Fiat in Emilia Romagna

Dal 2014 la storica azienda torinese ha vissuto un passaggio epocale nella propria storia: il marchio infatti si è trasformato in FCA, che nasce dalla fusione di FIAT con Chrysler con relativa quotazione alla borsa di Wall Street.

Leggi tutto...

Concessionari Volkswagen a Torino: tutte le informazioni

Nei concessionari del gruppo Volkswagen di Torino, potrete trovare tutti quei modelli di auto nuove e auto usate che fanno parte della grande famiglia del marchio tedesco di cui fanno parte anche altri grandi case automobilistiche come Audi, Seat e Skoda. Non solo Polo Golf, quindi, saranno disponibili per voi nella rete di concessionari, ma anche A4, A6, Fabia e Altea: in pratica, grazie a questo nutrito parco macchine difficilmente non riuscirete a trovare il modello che fa per voi.

Leggi tutto...

eBay: ricambi auto e pezzi vintage per le vetture d'epoca

Uno dei modi più efficaci per reperire ricambi d'auto epoca al giorno d'oggi è quello di effettuare le proprie ricerche su internet: sul web infatti esistono molti siti che si occupano di commercializzare pezzi di ricambi per auto d'epoca.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Motorizzazione civile a Palermo (e in Sicilia in generale)

Il Ministero dei Trasporti si occupa del piano generale dei trasporti e della logistica e i piani di settore per i trasporti, compresi i piani urbani di mobilità, ed esprime, per quanto di competenza, il concerto sugli atti di programmazione degli interventi di competenza del Ministero delle Infrastrutture.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Motorizzazione civile Venezia: tutte le informazioni!

Presso la motorizzazione civile di Venezia è possibile richiedere le informazioni per la presentazione di tutte le pratiche relative alla patente e ai veicoli in genere, nonchè la consultazione delle normative inerenti.

Leggi tutto...
Go to Top