In pochi anni il mondo delle quattro ruote si è sempre più indirizzato verso l’elettrificazione, raggiungendo risultati sorprendenti in quello che potremmo considerare pochissimo tempo.

Ad oggi qualsiasi casa automobilistica possiede all’interno della sua gamma diversi modelli con alimentazioni di diverso tipo, soluzioni a motore ibrido o elettrico pensate per contenere le emissioni inquinanti e preservare la qualità dell’aria delle grandi città, a volte irrespirabile.
Le tecnologie maggiormente gettonate si dividono in ibrido o elettrico ma la prima presenta tre versioni diverse, tutte con caratteristiche distintive, più o meno adatte al futuro.

La porta d’accesso all’elettrificazione è sicuramente la versione MILD-HYBRID che è caratterizzata da un’ibridazione “leggera” dove, accanto all’unità benzina o diesel si trova un piccolo motore elettrico che ha un ruolo nelle ripartenze e durante il mantenimento di una velocità costante.
Durante le frenate e le decelerazioni il pacco di batterie a ioni litio immagazzina energia, con un risparmio del 10% rispetto ad una motorizzazione classica.

Ma il vero punto di incontro tra ibrido o elettrico è rappresentato dalla tecnologia FULL-HYBRID, evoluzione della precedente, il motore elettrico combinato con l’endotermico a benzina ha una potenza maggiore oltre che una capienza considerevole.
Anche in questo caso il sistema di frenata permette la ricarica delle batterie, tanto che il rallentamento della vettura può essere guidato e realizzato automaticamente, lasciando al guidatore il solo compito di accelerare.

La soluzione sta nel mezzo

La tecnologia perfettamente a metà tra ibrido ed elettrico è rappresentata dal PLUG-IN HYBRID, in questo caso la tecnologia coincide con quella FULL-HYBRID ma il pacco batterie è ancora più capiente e permette di raggiungere i 50 km/h in elettrico, ragion per cui occorre effettuare una ricarica esterna, rendendo non sufficiente il sistema di frenata rigenerativa.

In questo caso è infatti presente una presa di ricarica che permette la connessione sia alla spina di tipo domestico con eventuale adattatore dedicato per ridurre i tempi di ricarica che alle colonnine presenti in giro per le città.
Questa tecnologia riduce notevolmente le differenze tra ibrido o elettrico e ha come principale obiettivo quello di permettere di viaggiare totalmente in elettrico nei centri abitati ma di poter usufruire dell’alimentazione mista al di fuori.

Cosa scegliere per i lunghi viaggi

Sicuramente le tecnologie fino ad ora descritte rappresentano delle soluzioni valide per un minor consumo ed un minor inquinamento, tuttavia, come tutti i cambiamenti, vanno valutati e considerati in base alle proprie esigenze e abitudini di utilizzo del veicolo.
In questo caso la scelta tra ibrido o elettrico potrebbe essere guidata dalla necessità di effettuare lunghi viaggi per cui vi consigliamo di optare per un’auto elettrica, a patto che sappiate dove potervi fermare per la ricarica.

Le auto elettriche, infatti, sono meno complesse a livello meccanico e garantiscono prestazioni ottimali attraverso la trasformazione della corrente continua contenuta nel pacco batterie in corrente alternata, tanto che alcuni modelli forniscono un’autonomia superiore anche ai 500 km.
Le tecnologie ibride fino a qui descritte, infatti, non sono adatte ai lunghi viaggi perché troppo dipendenti dai motori endotermici e perché pensate per i percorsi in città, perciò se siete abituati a percorrere brevi distanze, allora l’ibrido può essere un’ottima scelta.

Ibrido o elettrico: pro e contro

Come abbiamo fino a qui dimostrato, la scelta tra ibrido o elettrico deve essere effettuata in base al luogo in cui si abita, all’utilizzo che si fa del veicolo e anche al tipo di investimento che si desidera affrontare.
Volendo partire forse dal dato che più preoccupa ed interessa i compratori, in termini di prezzo la differenza tra ibrido ed elettrico è consistente e bisogna sempre valutare le eventuali spese future per la manutenzione.

automobile elettrica

Le auto ibride costano sicuramente più di un’auto a benzina ma non occorre dimenticare la presenza di incentivi come l’EcoBonus e gli sgravi fiscali di cui poter usufruire, le auto elettriche, invece, hanno il prezzo più alto dell’intero settore automobilistico.
In termini di manutenzione, gli interventi sull’unità elettrica di un’auto ibrida aumentano la durata dei tagliandi e fanno lievitare il prezzo, il motore elettrico ha sicuramente meno componenti del termico ma la tecnologia appare innovativa e ancora oggi è difficile effettuare una stima valida sui costi della manutenzione a lungo termine per via del basso numero di auto elettriche.

In termini di inquinamento tra ibrido o elettrico, l’auto ibrida sicuramente meno delle auto esclusivamente a motore termico e per questo si hanno consumi ridotti e la possibilità di circolare in caso di blocchi del traffico; l’auto elettrica una volta costruita non inquina per niente, ma non dobbiamo chiudere gli occhi di fronte all’utilizzo di fonti non rinnovabili per la sua realizzazione: carbone, litio e cobalto, oltre che la necessità del corretto smaltimento delle batterie.

Un altro dato che va sicuramente a svantaggio dell’elettrica è l’attuale scarsa diffusione delle colonnine di ricarica e dell’assenza di stima del costo.
In conclusione tra ibrido o elettrico, ad oggi, grazie agli incentivi e alle caratteristiche, probabilmente conviene acquistare un’auto ibrida: il giusto compromesso tra progresso e tradizione.


Potrebbe interessarti

Ecco i fattori da valutare nell'acquisto di un'auto

Avere un’auto nuova e di proprietà è un sogno per tutti, sono però sempre di più le famiglie che sono costrette a rinunciare all’acquisto di auto nuove, oppure a dividere un’unica vettura per tutta la famiglia.

Macchine tuning, scopri insieme a noi quali sono questi veicoli

macchine tuning

Sicuramente avremo avuto modo di incrociarle in qualche città o sulle strade percorse giornalmente, magari apprezzandone o criticandone l’estetica, tuttavia non sapevamo che si chiamassero in questa maniera. Stiamo parlando delle cosiddette macchine tuning.

Auto sinistrate in vendita: ecco a chi rivolgersi?

Un gran numero d’incidenti avviene sulle strade cittadine e sulle grandi arterie stradali che collegano zone tra loro distanti all’interno delle metropoli moderne. Spesso negli spazi sterrati delle autodemolizioni si vedono auto incidentate, oltre a veicoli che sono giunti al termine della loro vita utile e quindi non sono più utilizzabili.

Acquisto auto in leasing: scopri come fare

Nell'ambito dell'acquisto delle automobili, esiste una particolare pratica di finanziamento molto diffusa e utilizzata, ovvero il leasing. Questo termine, in generale, definisce una forma contrattuale di finanziamento attraverso la quale il soggetto, definito locatore, concede ad un un altro soggetto, definito utilizzatore, il diritto di utilizzare un qualsivoglia bene, ricambiando tale utilizzo con il pagamento di un canone mensile.

Incentivi per le auto elettriche: cosa fanno per noi i produttori?

Le auto elettriche fanno parte della classe di vetture dette ecologiche, che utilizzano una fonte energetica alternativa alla benzina. Possono essere elettriche, ibride, a gpl, a metano, a idrogeno o a biocombustibili.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Concessionari Fiat a Napoli: a chi rivolgersi

Il nome della Fiat ha acquistato sempre più importanza nel mercato dell'automobile, fino ad attestarsi tra i primi dieci produttori di auto nel mondo; il successo costante delle auto del Lingotto, stabilimento Fiat per antonomasia, ha portato ad un allargamento che, ad oggi, include marchi di notevole prestigio come Lancia ed Alfa Romeo.

Concessionari Fiat a Genova: i nostri consigli per risparmiare

Concessionari Fiat a Genova

Siete rimasti affascinati dai restyling della 500 e della Grande Punto? Avete deciso di cambiare auto e volete provare i nuovi modelli del marchio Fiat? Per venire incontro a queste vostre esigenze, vi presentiamo dei concessionari Fiat in Liguria a cui potete fare una visita per scegliere la vostra auto.

Profumi per auto: benessere alla guida

La memoria olfattiva è tra le capacità umane più interessanti ed evocative: è sufficiente un odore, un profumo o un’aroma per riportare la mente a luoghi e situazioni più o meno piacevoli.

Leggi anche...

Autoscuola a Palermo: ti aiutiamo a capire quale fa per te

 Autoscuole a Palermo

Acquisire la patente di guida è un sogno. Significa entrare in una fase della vita caratterizzata dalla libertà e dalla maturità. Tuttavia, per arrivare a questo traguardo importante e agognato, ci vuole dedizione e tanto studio. L'importanza di riconoscere dei segnali stradali infatti non è fine a se stessa; è incredibilmente importante soprattutto per quel concetto che risponde al nome di sicurezza (per sè e per gli altri).

Leggi anche...

Obbligatorietà di istallare radio DAB sulle auto nuove

A partire dal primo giugno 2019 è diventato obbligatorio equipaggiare le auto di nuova produzione con la radio DAB digitale. Dal primo gennaio 2020 l’obbligo della radio DAB sarà esteso a tutte le radio vendute su ogni tipo di canale di vendita (da quello tradizionale a quello online). L’intento normativo è quello di decretare la scomparsa progressiva delle radio basate sulle vecchie frequenze AM e FM, frequenze che resteranno ancora per qualche tempo accese in Italia.

Leggi anche...

A Gennaio 2021 costo dell’RC Auto in calo: come trovare i prezzi migliori

11 punto

Durante il primo mese del 2021 abbiamo assistito a un calo generalizzato delle tariffe RC Auto in tutta Italia, in particolare nelle province più popolose dello stivale. Senza un buon metodo di comparazione, però, potrebbe essere difficile accedere a tariffe vantaggiose. Ecco, quindi come essere sicuri di ottenere le tariffe più convenienti del momento.

Go to Top