Guidare una automobile a GPL o a metano permette non solo di salvaguardare l'ambiente grazie ad emissioni meno nocive rispetto a quelle dei motori alimentati a benzina. Le automobili a GPL garantiscono anche un notevole risparmio economico, per il prezzo ridotto del carburante, ma anche per una esenzione parziale del pagamento del bollo auto.

Esenzioni bollo auto meno inquinanti

Dal 2007, infatti, il bollo non viene più calcolato facendo riferimento alla sola potenza di una automobile, espressa in kilowatt, ma anche facendo riferimento alla tipologia di emissioni (da Euro 0 a Euro 5, GPL, Metano e Elettrica), oltre a considerare il superbollo per veicoli che superano i 100 KW di potenza.

A seconda della tipologia di emissione, vi sarà un aumento progressivo: più si inquina e più tasse si pagheranno. E, oltretutto, più un veicolo è vecchio, più sarà alta la cifra da pagare per il bollo auto.

Infatti, per quanto riguarda tutte le autovetture e gli autoveicoli omologati per la circolazione, alimentati esclusivamente a GPL o a metano, è previsto il pagamento di un quarto del bollo auto previsto per i corrispettivi veicoli a benzina.

L'importante è che al momento del pagamento del bolloauto di un veicolo a GPL, lo stesso sia conforme alle varie direttive CEE in ambito di emissioni inquinanti.
Anche se le prestazioni di una vettura a GPL sono inferiori rispetto a quelle di una vettura omologa a benzina, in tempi di crisi è preferibile rinunciare alla velocità e avere qualche soldo in più in tasca da mettere da parte, senza sprecarlo per il carburante.

Chi non paga questa tassa

Per essere più completi possibile e trattare l’argomento a 360 gradi, la tassa più odiata dagli italiani non viene pagata anche da altre categorie di persone, riassunte di seguente:

    • disabili: non vedenti, sordomuti, portatori di handicap psichico/mentale, limitazioni gravi nella deambulazione o con poca capacità motoria.
    • vetture ibride: non si paga il bollo per i primi cinque anni da quando viene immatricolata l’autovettura
    • automobili storiche: di recente è stato innalzato il limite per definire un mezzo storico, portando l’arco temporale da 20 anni a 30 anni. Per le vetture con più di 30 anni, si viene esentati dal pagamento di questa tassa.

Altre informazioni utili per chi ha auto a GPL

La regolamentazione delle esenzioni per chi ha GPL, metano o motore elettrico, viene effettuata dal comune in cui è registrata l'automobile. Ricordiamo che per i veicoli a motore elettrico l'esenzione del pagamento bollo auto è prevista per i primi cinque anni successivi alla prima immatricolazione.

Successivamente, i possessori di veicoli elettrici pagano il bollo auto allo stesso modo dei possessori di veicoli a GPL.
Alcune regioni a statuto speciale, garantiscono ai possessori di veicoli a gas l'esenzione totale. Visto che la normativa può cambiare a seconda della Regione o della Provincia, facciamo alcuni esempi per chiarire meglio il quadro generale. Nella città di Bolzano, è previsto l’esonero da questa tassa per la macchina alimentata sia a gas che a benzina; in Lombardia l’esonero è totale per le vetture alimentate solo a gas; in Piemonte infine è in vigore l’esonero totale per tutti quei mezzi che siano omologati a gas.
Se fino a qualche anno fa era valida solo per i veicoli nuovi immatricolati con motore "ecologico", attualmente è possibile beneficiare dell'esenzione anche se l'automobile, inizialmente a benzina, viene riconvertita a GPL.

Addio benzina

Oltre al risparmio derivante dalla tassa sul bollo, è il conto economico che fa propendere le persone a scegliere questi impianti a minor impatto ambientale per le proprie vetture. La differenza ormai è gigantesca visto che con la stessa spesa, il Gpl o il metano permette di fare tanti chilometri in più rispetto allo stesso veicolo alimentato a benzina. La verde ormai ha raggiunto una quota pazzesca e le fibrillazioni mondiali (ad ogni crisi aumenta il prezzo della benzina) unite alle odiose accise (ancora esistono quelle degli Anni prima della Guerra Mondiale) fanno sì che i cittadini sono costretti a dosare l’utilizzo della propria vettura per non trovarsi sempre dal benzinaio. E sono i dati a testimoniare questo cambiamento di scenario: nel 2014 si è registrato un aumento del +30% rispetto al 2013 sulla vendita di vetture alimentate in modo alternativo: andando nello specifico, il Gpl ha registrato una percentuale maggiore del 34%, molto simile quella dell’ibrido (+33%) mentre il metano schizza quasi al 50% (+45% per la precisione). Numeri incontrovertibili che segnano la fine dell’era della verde (il diesel tiene ma solo perchè dura più km della benzina) perchè con questi prezzi sempre più persone sceglieranno l’impianto alternativo, per un notevole risparmio per le tasche dei cittadini.


Potrebbe interessarti

Garanty.it: compra la tua auto usata e garantiscila con noi!

garantly.jpg

Hai idea di quanto potrebbero costarti dei danni meccanici alla tua auto usata? Ti chiariamo noi questi dubbi. Un guasto al motore ti potrebbe costare fino a 5000 euro, un problema al radiatore 500 euro, per riparare il cambio potresti spendere fino a 3500 euro, 1800 euro per sistemare la turbina e 2000 euro per problemi agli iniettori.

Scegliere l’auto: meglio nuova o usata?

Decidere di scegliere un’auto nuova o una usata sono entrambe decisioni che dipendono dalle intenzioni della persona in base alle proprie particolari esigenze. Da quanto si capisce dalle ricerche in merito, gli italiani negli ultimi anni preferiscono sempre di più le vetture di seconda mano.

Macchine tuning, scopri insieme a noi quali sono questi veicoli

macchine tuning

Sicuramente avremo avuto modo di incrociarle in qualche città o sulle strade percorse giornalmente, magari apprezzandone o criticandone l’estetica, tuttavia non sapevamo che si chiamassero in questa maniera. Stiamo parlando delle cosiddette macchine tuning.

Modelli auto Kia: scopri tutte le novità

 

I modelli auto Kia vengono prodotti dalla casa automobilistica coreana, in particolare si tratta della prima azienda della Corea del Sud ad aver iniziato la produzione di modelli automobilistici.

Mercato delle auto usate: conferme positive

Il mercato delle auto, in questo 2017, ha attirato l'attenzione di tv e giornali in virtù degli ottimi risultati registrati nel corso del primo trimestre, soprattutto se messi a confronto con quanto rilevato solo lo scorso anno.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Concessionarie Ford a Roma: a chi rivolgersi?

La Ford possiede marchi quali Volvo, Mazda, Lincoln e Mercury. Nel 2007, è scesa al terzo posto come costruttore mondiale dopo General Motors e Toyota. Nonostante la crisi, i concessionari Ford di Roma restano comunque un punto di riferimento per chi cerca questi veicoli nella capitale.

Concessionari Peugeot a Napoli: una guida rapida

Questi elencati di seguito, sono i concessionari Peugeot di Napoli e provincia a cui potete rivolgervi sia per la vendita di auto, ma anche per l'assistenza e la rivendita di ricambi originali per la vostra Peugeot.

Concessionarie Ford a Milano: tutte le informazioni

 

La Ford Motor Company, fondata nel 1903, si distingue fin dall’inizio per l'introduzione di nuove forme di organizzazione del lavoro (anche se nel 2007, la Ford è scesa al terzo posto come costruttore mondiale). Attualmente, nonostante la crisi, i modelli continuano ad avere successo: i concessionari di Milano possono testimoniare grazie ai dati di vendita.

Leggi anche...

Costo per la patente b: tutte le informazioni

La B richiede un’età minima di 18 anni e risulta conseguibile sostenendo una prova a quiz ed una prova di guida su un'autovettura. Abilita a condurre gli autoveicoli di massa complessiva non superiore a 3,5 tonnellate e che abbiano un numero di posti a sedere non superiori a 8 escluso il conducente.

Leggi anche...

Il funzionamento della rimappatura della centralina

Spesso la centralina di una macchina è compromessa o comunque si trova nelle condizioni di non poter esprimersi al massimo a causa di alcune limitazioni e restrizioni che possono essere superate con una rimappatura.

Leggi anche...

ACI a Venezia: informazioni e contatti pronti all'uso

Chi ha bisogno di sbrigare le pratiche legate alla propria autovettura nel capoluogo veneto, può fare riferimento agli sportelli dell’Automobile Club Italiano: il personale a vostra disposizione può venirvi incontro in merito alle principali attività “burocratiche” legate al possesso di una automobile.

Go to Top