Guidare una automobile a GPL o a metano permette non solo di salvaguardare l'ambiente grazie ad emissioni meno nocive rispetto a quelle dei motori alimentati a benzina. Le automobili a GPL garantiscono anche un notevole risparmio economico, per il prezzo ridotto del carburante, ma anche per una esenzione parziale del pagamento del bollo auto.

Esenzioni bollo auto meno inquinanti

Dal 2007, infatti, il bollo non viene più calcolato facendo riferimento alla sola potenza di una automobile, espressa in kilowatt, ma anche facendo riferimento alla tipologia di emissioni (da Euro 0 a Euro 5, GPL, Metano e Elettrica), oltre a considerare il superbollo per veicoli che superano i 100 KW di potenza.

A seconda della tipologia di emissione, vi sarà un aumento progressivo: più si inquina e più tasse si pagheranno. E, oltretutto, più un veicolo è vecchio, più sarà alta la cifra da pagare per il bollo auto.

Infatti, per quanto riguarda tutte le autovetture e gli autoveicoli omologati per la circolazione, alimentati esclusivamente a GPL o a metano, è previsto il pagamento di un quarto del bollo auto previsto per i corrispettivi veicoli a benzina.

L'importante è che al momento del pagamento del bollo auto di un veicolo a GPL, lo stesso sia conforme alle varie direttive CEE in ambito di emissioni inquinanti.
Anche se le prestazioni di una vettura a GPL sono inferiori rispetto a quelle di una vettura omologa a benzina, in tempi di crisi è preferibile rinunciare alla velocità e avere qualche soldo in più in tasca da mettere da parte, senza sprecarlo per il carburante.

Per la mappa dei distributori in Italia da un’occhiata qui: Gpl & Metano. Atlante stradale d'Italia 1:750.000

Chi non paga questa tassa

Per essere più completi possibile e trattare l’argomento a 360 gradi, la tassa più odiata dagli italiani non viene pagata anche da altre categorie di persone, riassunte di seguente:

    • disabili: non vedenti, sordomuti, portatori di handicap psichico/mentale, limitazioni gravi nella deambulazione o con poca capacità motoria.
    • vetture ibride: non si paga il bollo per i primi cinque anni da quando viene immatricolata l’autovettura
    • automobili storiche: di recente è stato innalzato il limite per definire un mezzo storico, portando l’arco temporale da 20 anni a 30 anni. Per le vetture con più di 30 anni, si viene esentati dal pagamento di questa tassa.

Altre informazioni utili per chi ha auto a GPL

La regolamentazione delle esenzioni per chi ha GPL, metano o motore elettrico, viene effettuata dal comune in cui è registrata l'automobile. Ricordiamo che per i veicoli a motore elettrico l'esenzione del pagamento bollo auto è prevista per i primi cinque anni successivi alla prima immatricolazione.

Successivamente, i possessori di veicoli elettrici pagano il bollo auto allo stesso modo dei possessori di veicoli a GPL.
Alcune regioni a statuto speciale, garantiscono ai possessori di veicoli a gas l'esenzione totale. Visto che la normativa può cambiare a seconda della Regione o della Provincia, facciamo alcuni esempi per chiarire meglio il quadro generale. Nella città di Bolzano, è previsto l’esonero da questa tassa per la macchina alimentata sia a gas che a benzina; in Lombardia l’esonero è totale per le vetture alimentate solo a gas; in Piemonte infine è in vigore l’esonero totale per tutti quei mezzi che siano omologati a gas.
Se fino a qualche anno fa era valida solo per i veicoli nuovi immatricolati con motore "ecologico", attualmente è possibile beneficiare dell'esenzione anche se l'automobile, inizialmente a benzina, viene riconvertita a GPL.

Addio benzina

Oltre al risparmio derivante dalla tassa sul bollo, è il conto economico che fa propendere le persone a scegliere questi impianti a minor impatto ambientale per le proprie vetture. La differenza ormai è gigantesca visto che con la stessa spesa, il Gpl o il metano permette di fare tanti chilometri in più rispetto allo stesso veicolo alimentato a benzina. La verde ormai ha raggiunto una quota pazzesca e le fibrillazioni mondiali (ad ogni crisi aumenta il prezzo della benzina) unite alle odiose accise (ancora esistono quelle degli Anni prima della Guerra Mondiale) fanno sì che i cittadini sono costretti a dosare l’utilizzo della propria vettura per non trovarsi sempre dal benzinaio. E sono i dati a testimoniare questo cambiamento di scenario: nel 2014 si è registrato un aumento del +30% rispetto al 2013 sulla vendita di vetture alimentate in modo alternativo: andando nello specifico, il Gpl ha registrato una percentuale maggiore del 34%, molto simile quella dell’ibrido (+33%) mentre il metano schizza quasi al 50% (+45% per la precisione). Numeri incontrovertibili che segnano la fine dell’era della verde (il diesel tiene ma solo perchè dura più km della benzina) perchè con questi prezzi sempre più persone sceglieranno l’impianto alternativo, per un notevole risparmio per le tasche dei cittadini.



Potrebbe interessarti

Incentivi auto elettriche: cosa fanno per noi i produttori di queste tipologie di vetture?

Le auto elettriche fanno parte della classe di vetture dette ecologiche, che utilizzano una fonte energetica alternativa alla benzina. Possono essere elettriche, ibride, a gpl, a metano, a idrogeno o a biocombustibili.

Leggi tutto...

Aste giudiziarie auto: come partecipare e come acquistare?

Un modo per acquistare auto a prezzi molto vantaggiosi è quello di partecipare alle aste giudiziarie auto. Come per le altre aste giudiziarie, le aste giudiziari di auto sono particolari attività processuali che seguono una esecuzione immobiliare o un fallimento.

Leggi tutto...

Autosupermarket: compravendita e offerte per auto

Uno dei principali siti italiani dedicati alla vendita e all'acquisto di automobili, è Autosupermarket.it. In questo sito italiano è possibile trovare tutte le migliori offerte di auto usato, ed è possibile trovare e vendere sia automobili usate che nuove, oltre ad avere a disposizione una panoramica su tutta una serie di offerte e occasioni di auto a km0.

Leggi tutto...

Acquisto di auto con la legge 104: tutte le agevolazioni

L’esistenza delle persone affette da handicap è faticosa e costosa, considerato che necessita di ausili ortopedici e del supporto di persone e strumenti disponibili a titolo oneroso. Lo Stato prevede agevolazioni, detrazioni ed esenzioni fiscali per questi soggetti, anche nel caso dell’acquisto auto disabiliLe persone con handicap che possono usufruire delle agevolazioni sono:

Leggi tutto...

Il contralbero del motore: come funziona

Una delle componenti importanti del motore, ma spesso ignorata dai più, è il cosiddetto contralbero. Il contralbero, noto anche come albero di equilibratura, è una parte del motore necessaria per la riduzione delle vibrazioni del motore stesso.

Leggi tutto...

I più condivisi

Concessionari Ford a Torino: come trovarli?

La casa automobilistica Ford grazie al nome del proprio fondatore è, probabilmente, il marchi automobilistico più noto al mondo; la casa di Detroit ha dato vita, nel corso della propria storia, a modelli di auto che sono rimasti nell'immaginario collettivo (un esempio su tutti, la Gran Torino).

Leggi tutto...

Concessionarie Mini a Roma: ecco dove trovarla!

La Mini è un'automobile inglese prodotta fin dal 1959; in Italia è molto diffusa, anche grazie alla presenza di numerosi concessionari, anche a Roma che vendono oltre ai vari modelli standard anche la mini countryman e la mini cooper s. La sua storia è molto complessa e attraversa tutte le vicissitudini della Casa automobilistica britannica che la produceva: la British Motor Corporation.

Leggi tutto...

Concessionari Ford del Veneto: qualche riferimento

Se avete deciso che la vostra prossima macchina deve essere una Ford, non importa se nuova o usata, vi consigliamo dei concessionari del Veneto a cui potete rivolgervi. Affidandovi a questi professionisti del settore, potrete ottenere il modello di Ford costruito secondo le vostre esigenze.

Leggi tutto...

Targhe storiche: possono essere usate per la re-immatricolazione?

È raro veder circolare vetture autenticamente storiche dotate della propria targa di origine, capita invece di vedere vetture storiche dotate di targhe moderne; questo perché la vigente normativa non permette di re-immatricolare vetture storiche con una targa in “formato” storico e coloro che se ne fanno realizzare una appositamente non possono circolare se non in luoghi privati.

Leggi tutto...

Concessionari Fiat a Napoli: a chi rivolgersi

Il nome della Fiat ha acquistato sempre più importanza nel mercato dell'automobile, fino ad attestarsi tra i primi dieci produttori di auto nel mondo; il successo costante delle auto del Lingotto, stabilimento Fiat per antonomasia, ha portato ad un allargamento che, ad oggi, include marchi di notevole prestigio come Lancia ed Alfa Romeo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Costo per la patente b: tutte le informazioni

La B richiede un’età minima di 18 anni e risulta conseguibile sostenendo una prova a quiz ed una prova di guida su un'autovettura. Abilita a condurre gli autoveicoli di massa complessiva non superiore a 3,5 tonnellate e che abbiano un numero di posti a sedere non superiori a 8 escluso il conducente.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Obbligatorietà di istallare radio DAB sulle auto nuove

A partire dal primo giugno 2019 è diventato obbligatorio equipaggiare le auto di nuova produzione con la radio DAB digitale. Dal primo gennaio 2020 l’obbligo della radio DAB sarà esteso a tutte le radio vendute su ogni tipo di canale di vendita (da quello tradizionale a quello online). L’intento normativo è quello di decretare la scomparsa progressiva delle radio basate sulle vecchie frequenze AM e FM, frequenze che resteranno ancora per qualche tempo accese in Italia.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Trasporto auto e trasloco: i consigli per far andare tutto per il meglio

Il trasloco è sempre un’operazione stancante che porta via tanto tempo ed energie. Dover pensare anche alla gestione del trasporto auto dalla vecchia alla nuova casa può diventare davvero un problema se non si sa come muoversi.

Leggi tutto...
Go to Top