Sono molti coloro che hanno una certa curiosità nei confronti dell’auto elettrica, ma non hanno ancora le idee chiare su come funzionano questi mezzi, sulla spesa per la ricarica e sull’effettivo impatto ambientale delle vetture di questo genere. A complicare la faccenda contribuisce anche la disponibilità di vetture ibride e ibride plug-in, che la maggior parte degli italiani non sanno assolutamente cosa siano. Cerchiamo ora di fare un poco di chiarezza su questi concetti e sull’impatto ambientale di vetture di questo genere.

Quanto inquina l’auto elettrica

Esistono ovviamente opinioni contrastanti, ma in realtà l’auto elettrica ha un impatto ambientale assai ridotto rispetto a quelle con motore termico. Certo, nel corso della produzione delle vetture elettriche si produce anidride carbonica, proprio come avviene per qualsiasi altro tipo di automobile, furgone, camion o mezzo di trasporto di qualsiasi genere. Ciò che importa è che le auto elettriche non emettono anidride carbonica in città, ma neppure polveri sottili provenienti dalla combustione di combustibili fossili. Il bilancio degli inquinanti prodotti è quindi del tutto a favore delle auto elettriche, soprattutto nel caso in cui si aderisca a programmi che consentono di ricaricare l’auto ottenendo energia da sole fonti rinnovabili, come avviene con il programma irenGo mobilità elettrica. Solo con l’impegno delle aziende di fornitura sarà possibile ridurre ulteriormente l’impatto ambientale delle vetture elettriche.

Elettrica, ibrida, plug-in: cosa significa

Un’auto elettrica è una vettura che viaggia grazie alla presenza a brodo di un motore elettrico, alimentato da batterie. Ogni modello oggi disponibile ha batterie di diverse dimensioni e capacità, questo varia in modo importante la percorribilità dei mezzi; quando la batteria è scarica è necessario ricaricarla per potersi muovere ancora. Un’auto ibrida è una comune vettura con motore termico, che funziona con la benzina tanto per intenderci, insieme ad esso la vettura possiede anche un motore elettrico, con una piccola batteria. Tale batteria viene ricaricata da alcuni processi della vettura, quindi sia dal motore termico, sia dalle frenate o da altri tipi di attività. Le vetture plug-in sono a tutti gli effetti ibride, che però possiedono una batteria decisamente più capiente, che volendo si può anche ricaricare connettendola alla rete, proprio come avviene con le ormai tradizionali auto elettriche. Sono tre visioni di auto a basso impatto ambientale, con le quali si è cercato di rispondere alle esigenze di diversi tipi di viaggiatore.

Come si ricarica l’auto elettrica

L’auto elettrica, e anche l’ibrida plug-in, si ricaricano con un apposito connettore, che in genere può essere collegato direttamente ad una presa di corrente di casa. Per avere una fornitura più costante e controllata di energia elettrica molte aziende propongono delle apposite stazioni di ricarica, con prese dedicate e possibilità di verificare la quantità di energia elettrica assorbita dall’auto durante la ricarica. Alcune aziende propongono anche degli accumulatori da conservare a casa, che prelevano l’energia dall’impianto fotovoltaico, ad esempio, oppure che si ricaricano quando l’energia elettrica costa meno, secondo il contratto di fornitura disponibile presso la singola abitazione. Sono poi disponibili in molte città delle colonnine per la ricarica, il loro numero è in costante e regolare aumento lungo tutta la penisola.



Potrebbe interessarti

Auto all'asta per privati: vediamo come funziona

Per acquistare una automobile a prezzi veramente stracciati, una possibilità è quella di partecipare alle aste auto, ovvero aste giudiziarie in cui vengono vendute automobili provenienti da società o soggetti caduti in fallimento o esecutati, o ancora alle aste auto vengono vendute automobili prelevate durante pignoramenti.

Leggi tutto...

Club Alfa Italia: come aderire

Il Club Alfa Italia è un luogo, concreto e virtuale allo stesso tempo, in qui tutti gli appassionati di Alfa Romeo possono ritrovarsi per scambiarsi idee ed organizzare incontri; è nato abbastanza recentemente, nel 2003, come punto di riferimento sul web per gli amanti di questa autovettura.

Leggi tutto...

Modelli auto Kia: scopri tutte le novità

 

I modelli auto Kia vengono prodotti dalla casa automobilistica coreana, in particolare si tratta della prima azienda della Corea del Sud ad aver iniziato la produzione di modelli automobilistici.

Leggi tutto...

Perché acquistare un auto usata e come trovare l'occasione

Acquistare un'auto usata è la migliore scelta, se si ha intenzione di risparmiare. La convenienza risiede anche nel fatto che acquistare un'auto nuova, invece, significa subire nei primi 2 anni di vita del bene, un consistente deprezzamento che conduce ad una rapida svalutazione. Questo è il principale motivo che spinge, chi acquista un'auto nuova, a cederla prima che ciò avvenga. 

Leggi tutto...

Ecco i fattori da valutare nell'acquisto di un'auto

Avere un’auto nuova e di proprietà è un sogno per tutti, sono però sempre di più le famiglie che sono costrette a rinunciare all’acquisto di auto nuove, oppure a dividere un’unica vettura per tutta la famiglia.

Leggi tutto...

I più condivisi

Concessionarie Audi a Roma: ecco dove andare

La casa automobilistica Audi fa parte attualmente del gruppo Volkswagen, ed è presente a Roma con diverse concessionarie. Venne fondata da August Horch nel 1909.

Leggi tutto...

Concessionari Ford a Napoli: quale scegliere?

La casa automobilistica Ford grazie al nome del proprio fondatore è, probabilmente, il marchi automobilistico più noto al mondo; la casa di Detroit ha dato vita, nel corso della propria storia, a modelli di auto che sono rimasti nell'immaginario collettivo (un esempio su tutti, la Gran Torino).

Leggi tutto...

Concessionari Peugeot del Veneto: qualche consiglio

É recente la notizia di una nuova vita in casa Pegeot. L’azienda francese che gestisce anche Citroen, ha acquistato per poco più di 1 miliardo di euro il marchio Opel, direttamente dal gruppo General Motors.

Leggi tutto...

Club 500: come funziona e come aderire?

La migliore associazione di 500 al mondo è proprio il fiat 500 club Italia, che vanta 21.000 soci sparsi su tutto il pianeta.

Leggi tutto...

Concessionarie Mini a Roma: ecco dove trovarla!

La Mini è un'automobile inglese prodotta fin dal 1959; in Italia è molto diffusa, anche grazie alla presenza di numerosi concessionari, anche a Roma che vendono oltre ai vari modelli standard anche la mini countryman e la mini cooper s. La sua storia è molto complessa e attraversa tutte le vicissitudini della Casa automobilistica britannica che la produceva: la British Motor Corporation.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Motorizzazione civile a Palermo (e in Sicilia in generale)

Il Ministero dei Trasporti si occupa del piano generale dei trasporti e della logistica e i piani di settore per i trasporti, compresi i piani urbani di mobilità, ed esprime, per quanto di competenza, il concerto sugli atti di programmazione degli interventi di competenza del Ministero delle Infrastrutture.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Profumi per auto: benessere alla guida

La memoria olfattiva è tra le capacità umane più interessanti ed evocative: è sufficiente un odore, un profumo o un’aroma per riportare la mente a luoghi e situazioni più o meno piacevoli.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Pagamento bollo ACI: tutte le informazioni

L'ACI è l'automobile Club d'Italia. Fondato nel 1905, ha seguito e sostenuto negli anni l'evoluzione dell'automobile in Italia.

Leggi tutto...
Go to Top