Nel momento della stipula di un contratto assicurativo per l’automobile, molto spesso ci si trova a poter scegliere tra una serie di polizze accessorie, più o meno importanti ed onerose.

Tra quelle più note, troviamo la polizza furto e incendio, che copre i danni in caso di furto o in caso di incendio non doloso dell’auto, la polizza kasko, che risarcisce i danni alla propria vettura, e la polizza per la copertura di danni provocati da atti vandalici.

Una copertura molto importante, che però non sempre viene considerata come merita, è la polizza per la copertura di danni provocati da eventi atmosferici.

Questa polizza è studiata appositamente per coprire i danni subiti dal veicolo in caso di eventi atmosferici eccezionali, che possono andare da piccoli danni fino alla distruzione totale dello stesso. Può coprire i danni causati al veicolo da: nevicate, grandinate, inondazioni, mareggiate, frane, smottamenti, valanghe, trombe d’aria, slavine e tifoni. Ovviamente, le condizioni di copertura possono variare da compagnia a compagnia, così come il costo della polizza.

Ogni compagnia offre la polizza con la possibilità di scegliere anche da quali eventi atmosferici proteggersi: è quasi scontato che chi vive vicino al mare preferirà coprirsi dalle mareggiate piuttosto che dalle nevicate.

Come funziona con il risarcimento

Per ottenere il risarcimento, è necessario che l’evento sia stato riscontrato da più di un automobilista, che l’evento straordinario sia stato riconosciuto da almeno un centro meteorologico, e che sia stato menzionato almeno in un bollettino meteo. L’automobilista, dopo aver raccolto tutta la documentazione, potrà inoltrarla alla propria compagnia assicurativa, aggiungendo anche l’eventuale denuncia alle forze dell’ordine, le foto dell’auto danneggiata e, se possibile, notizie che facciano menzione dell’evento.

Questo tipo di polizza può essere soggetto anche a limitazioni territoriali di vendita, a diversità di prezzo consistenti da regione a regione o a sottoscrizione di altre polizze accessorie. Infatti, il premio potrebbe variare in base alla rischiosità della zona, e non solo al valore del veicolo, come per la polizza kasko o per la polizza furto e incendio.

Oltre a ciò, alcune compagnie assicurative potrebbero subordinare la sottoscrizione della polizza a quella di altre coperture, quali la polizza cristalli, la polizza per la copertura di danni da atti vandalici e così via.

UnipolSai, leader del panorama assicurativo in Italia, offre la possibilità di sottoscrivere questa assicurazione aggiuntiva in qualsiasi momento, non solo in fase della stipula della polizza auto. Questo perché, con i rapidi cambiamenti climatici che caratterizzano questo periodo storico, non si è mai abbastanza protetti, e potrebbe essere sempre il momento per farlo nel modo giusto e completo.

Quando farla e quanto costa

2012 Citroen DS5 Side

Questo tipo di assicurazione, come abbiamo già accennato, rappresenta un’opportunità che può essere sfruttata o meno dai singoli proprietari di veicoli.
Per poter scegliere se faccia o meno al caso vostro dovete prima valutare attentamente che rientri nelle vostre esigenze e quindi analizzare con attenzione il massimale della vostra rc auto, ovvero la cifra massima che, come da contratto, può essere rimborsata dalla compagnia assicurativa.

Sul mercato delle polizze si possono trovare molteplici proposte ma in linea di massima è possibile affermare che il premio di una buona assicurazione di questo tipo oscilli tra i 30 e i 40 euro che vanno ad aggiungersi al premio relativo al contratto assicurativo di base che possedete già.

Il costo dell’assicurazione per eventi atmosferici, oltre a variare sulla base del valore del veicolo e le condizioni meteo del luogo in cui si utilizza e le relative probabilità che avvengano imprevisti di natura atmosferica, si valuta anche un altro aspetto, quello relativo al tipo di impiego che si fa dell’auto.

Chi per esempio dichiara di viaggiare spesso in montagna, risulta essere maggiormente esposto a rischi quali valanghe o nevicate, di conseguenza è naturale che la copertura sarà maggiore per questi soggetti.
Questo tipo di garanzia accessoria, come tutte le altre esistenti, nasce e viene utilizzata per via dei limiti dell’assicurazione base che risulta essere insufficiente già in caso di sinistro stradale, ancor di più in caso di altre lesioni indipendenti dal conducente come quelle relative ad eventi naturali.
Nonostante l’incendio venga comunemente considerato un evento naturale, sappiate che esso non risulta compreso all’interno di questa polizza ma si trova a parte nella garanzia furti e incendio.
La polizza incendio, infatti, può risarcire i danni causati da scoppio, fulmini o cortocircuiti (magari non diretti alla vostra auto) ma non copre i danni che gli oggetti che si trovano all’interno dell’abitacolo potrebbero subire e, da qualche anno a questa parte, neanche in caso di incendi dolosi da parte di terzi o da parte dell’assicurato (come spesso accade per colpa di una sigaretta che viene accesa in auto).

Quindi quello che vi consigliamo è di valutare i rischi presenti nella vostra area e, di conseguenza, cercare e analizzare le offerte effettuate dalle compagnie assicurative più vicine a voi, tenendo sempre bene a mente che si tratta di un modo in più per proteggere il vostro veicolo, soprattutto se acquistato da poco e con grande sacrificio.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

La motorizzazione civile di Roma: sedi, orari e contatti

Sul sito della Motorizzazione Civile di Roma, nel menù di destra è possibile accedere alle varie sezioni:

  • Turni di Servizio, per essere sempre aggiornati circa orari di apertura e chiusura degli uffici,
  • Sedi dell'Ufficio, link utile per visualizzare la mappa delle sedi della Motorizzazione di Roma e calcolare il percorso con i mezzi pubblici della capitale.
Borse laterali per scooter, quali le caratteristiche a cui prestare attenzione

borse laterali scooter

Per potersi muovere ormai con una certa disinvoltura, sia in percorsi brevi nelle caotiche città oppure in quelli più lunghi nelle strade italiane, un mezzo come lo scooter rappresenta un veicolo fondamentale.