Tra gli elementi fondamentali richiesti a chi si appresta a conseguire la patente di guida, ma anche a coloro che abbiano già diversi anni di esperienza alla conduzione di un veicolo, vi è la conoscenza e soprattutto il rispetto delle norme del codice della strada. Una normativa importante che permette, tra l'altro, a tutti i viaggiatori impegnati sui tanti e diversi percorsi viari italiani di muoversi avendo cura ed attenzione per sé e per gli altri, in tutta sicurezza.

Tra le più importanti norme racchiuse all'interno di questo documento, senz'altro vi è l'articolo 119, che riguarda in particolare i requisiti fisici e psichici che un individuo deve possedere per poter ottenere la patente di guida. Andiamo a conoscere meglio ed approfonditamente quindi l'articolo 119 del Codice della Strada e quali siano gli aspetti normativi più significativi in esso contenuti, concentrandoci anche sui singoli commi.

Scopriamo l'articolo in questione

Al primo comma, si definisce quali siano i soggetti che non possono ottenere la patente di guida o comunque non sono autorizzati ad esercitarsi alla stessa. All'interno di questo gruppo vi rientrano quegli individui affetti da malattia fisica o psichica, deficienza organica o una minorazione di tipo psichico, anatomico o funzionale tali da non permettere la conduzione di un veicolo a motore in piena sicurezza.

Al comma successivo si precisa invece chi deve effettuare tale accertamento dei requisiti. In generale, esso è demandato all'ufficio competente in ambito medico-legale dell'azienda sanitaria locale territoriale. Tuttavia, può essere comunque effettuato anche da altre tipologie di esperti. In particolare, un medico che abbia responsabilità dei servizi di base del distretto sanitario, un ispettore medico delle Ferrovie dello Stato o del ministero del Lavoro e Politiche Sociali oppure uno militare in servizio permanente o della polizia o dei vigili del fuoco.

Nel comma 2-bis, si specifica che la verifica dei requisiti per quei soggetti affetti da diabete deve essere effettuata da personale medico con specializzazione in diabetologia. Nel 2-Ter, invece, si sottolinea che un soggetto, ai fini del rilascio o del rinnovo della patente, deve presentare un'apposita certificazione comprovante il non uso di sostanze stupefacenti o psicotrope e il non abuso di bevande alcoliche. Tale attestazione, come specificato nel 3° comma, non deve essere anteriore a 3 mesi rispetto alla richiesta di esame di guida.

Al quarto comma si evidenzia come, per particolari soggetti, la verifica dei requisiti è svolta da commissioni mediche locali apposite. Tra questi soggetti ritroviamo anche mutilati e minorati fisici; individui di età superiore ai 65 anni aventi titolo di guidare particolari mezzi pesanti; persone per cui vi siano dubbi da parte del medico circa l'idoneità alla guida; individui affetti da diabete per il conseguimento o la conferma di particolari patenti.

Al comma successivo si specifica poi che tali commissioni dovranno comunicare agli uffici della Motorizzazione Civile l'eventuale giudizio di inidoneità temporanea o definitiva alla guida, che a loro volta adotteranno un provvedimento sospensivo o di revoca della patente. Il soggetto colpito da tale giudizio negativo potrà presentare eventualmente una nuova certificazione medica attestante una diversa valutazione.

Cosa afferma la parte restante dell'articolo 19

I commi 6 e 7 indicano, rispettivamente, che i provvedimenti di sospensione o revoca della patente di guida emessi dal dipartimento per i trasporti terrestri sono atti definitivi e che, per l'esame di eventuali ricorsi relativi a questi ultimi, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti può avvalersi anche di medici adibiti ai servizi territoriali della riabilitazione.

Al comma otto si sottolinea che al regolamento di esecuzione si demanda sia per la definizione dei requisiti fisici e psichici utili per il conseguimento o il rinnovo della patente; sia per le modalità di rilascio e delle certificazioni o modelli medici idonei e sia per la composizione e funzionamento delle commissioni mediche locali suindicate.

Per quanto riguarda i restanti commi 9 e 10, si evidenzia come, in fase di valutazione dei requisiti, i medici preposti possono anche richiedere una verifica di tipo psico-diagnostico ed esiste un comitato tecnico che fornisce consulenza alle stesse commissioni mediche, circa i progressi scientifici inerenti la guida da parte di minorati fisici e mutilati.

Tutto quello che c’è da sapere sulla patente

Ovviamente per potersi mettere alla guida è necessario conseguire la patente di guida. Una volta ottenuta, la stessa va rinnovata ogni dieci anni (cinque nel caso in cui si siano superati i 50 anni di età e tre nel caso in cui si siano superati i 70 anni di età). Ma come si ottiene la patente? Chi la può conseguire?

L’articolo 119 del codice della strada di dice che ‘’non può ottenere la patente di guida o l’autorizzazione ad esercitarsi alla guida (…) chi sia affetto da malattia fisica o psichica, deficienza organica o minorazione psichica, anatomica o funzionale tale da impedire di condurre con sicurezza veicoli a motore” ergo tutti i soggetti che non rientrano in queste categorie possono tranquillamente richiedere l’iscrizione ai corsi di guida per il conseguimento della patente.

Ottenuta la stessa, e come detto precedentemente, bisogna assicurarsi di rinnovarla ogni dieci anni. Al fine di poter conseguire il rinnovo è necessario portare al momento della visita medica anche le ricevute che attestino i versamenti necessari (uno da 10€ e uno da 16€). Altresì è necessario portare con sé anche una fototessera recente da apporre sulla patente al fine del riconoscimento somatico.

  • Effettuata comunque la visita medic sono cinque le possibili conseguenze:
  • Rinnovo della patente in caso di esami positivi;
  • Rinnovo della patente per un dato periodo di tempo;
  • Sospensione a tempo indeterminato;
  • Declassamento della patente;
  • Revoca della patente.

Ma nonostante tutti gli articoli del codice della strada e tutti gli step necessari al fine di conseguire la patente di guida perché c’è tanta maleducazione al volante? Perché quotidianamente ascoltando un telegiornale ascoltiamo e sentiamo parlare di tragedie sulle strade italiane?

Il discorso è senza ombra di dubbio più ampio, più lauto. Di base i problemi nascono dalla mancanza di disciplina degli automobilisti che, oltre a non rispettare neppure le basilari norme del codice della strada, si mettono alla guida in condizioni pietose, magari dopo aver bevuto o addirittura aver fatto uso di sostanze stupefacenti.
Un piccolo ritocco o una piccola modifica delle sanzioni non sarebbero sbagliati, magari inasprendo le sanzioni stesse. Perché si perde tempo quando tirando la cintura si potrebbero ottenere maggiori risultati?



Potrebbe interessarti

Vendita auto incidentate e sinistrate: a chi rivolgersi?

Un gran numero d’incidenti avviene sulle strade cittadine e sulle grandi arterie stradali che collegano zone tra loro distanti all’interno delle metropoli moderne. Spesso negli spazi sterrati delle autodemolizioni si vedono auto incidentate, oltre a veicoli che sono giunti al termine della loro vita utile e quindi non sono più utilizzabili.

Leggi tutto...

Club Alfa Italia: come aderire

Il Club Alfa Italia è un luogo, concreto e virtuale allo stesso tempo, in qui tutti gli appassionati di Alfa Romeo possono ritrovarsi per scambiarsi idee ed organizzare incontri; è nato abbastanza recentemente, nel 2003, come punto di riferimento sul web per gli amanti di questa autovettura.

Leggi tutto...

Acquisto auto in leasing: scopri come fare

Nell'ambito dell'acquisto delle automobili, esiste una particolare pratica di finanziamento molto diffusa e utilizzata, ovvero il leasing. Questo termine, in generale, definisce una forma contrattuale di finanziamento attraverso la quale il soggetto, definito locatore, concede ad un un altro soggetto, definito utilizzatore, il diritto di utilizzare un qualsivoglia bene, ricambiando tale utilizzo con il pagamento di un canone mensile.

Leggi tutto...

Auto usate in vendita da privati (non solo su Trovit)

In un periodo di difficoltà economica il mercato delle auto nuove continua a far registrare continui cali e riduzioni dei volumi, senza far vedere nel breve periodo una possibilità di ripresa. Di contro dall’altra parte il mercato dell’usato continua a reggere, con passaggi di proprietà che tengono molto di più il passo rispetto alle nuove immatricolazioni di vetture.

Leggi tutto...

Scegliere l’auto: meglio nuova o usata?

Decidere di scegliere un’auto nuova o una usata sono entrambe decisioni che dipendono dalle intenzioni della persona in base alle proprie particolari esigenze. Da quanto si capisce dalle ricerche in merito, gli italiani negli ultimi anni preferiscono sempre di più le vetture di seconda mano.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Concessionari Peugeot a Napoli: una guida rapida

Questi elencati di seguito, sono i concessionari Peugeot di Napoli e provincia a cui potete rivolgervi sia per la vendita di auto, ma anche per l'assistenza e la rivendita di ricambi originali per la vostra Peugeot.

Leggi tutto...

Concessionari FIAT a Milano: ecco alcuni indirizzi

Ormai marchio da quasi 110 anni, la Fiat è un'azienda leader in Italia per la produzione di autoveicoli. FIAT è l'acronimo di Fabbrica Italiana Automobili Torino e rappresenta una delle maggiori aziende del nostro paese. Dal 2014, il marchio ha cambiato denominazione e sede legale, per un rivoluzionario cambio d’epoca: ora infatti si parla di FCA, acronimo di Fiat Chrysler Automobiles.

Leggi tutto...

Concessionari Peugeot a Firenze: contatti e informazioni

L’acquisto di un auto è sempre un momento delicato in quanto la spesa che si va a sostenere deve essere ben investita in un’auto adatta alle nostre esigenze e che rispecchi le aspettative.

Leggi tutto...

Concessionari Audi a Milano: dove trovare gli ultimi modelli

L’Audi è la casa automobilistica tedesca, fondata da August Horch nei primi anni del '900, oggi appartenente al gruppo Volkswagen. La vera spinta alla casa automobilistica dell'Audi risale al 1965, quando al salone di Parigi, la ditta presentò "Audi 72", un modello progettato e realizzato in prototipo dalla Daimler-Benz. Da lì seguì l'uscita dell'Audi 80 ricca di optional quali: abs, pretensionatore delle cinture di sicurezza, inedito motore a iniezione diretta da 112cv, dotabile anche di trazione integrale permanente.

Leggi tutto...

Concessionarie Ford a Roma: a chi rivolgersi?

La Ford possiede marchi quali Volvo, Mazda, Lincoln e Mercury. Nel 2007, è scesa al terzo posto come costruttore mondiale dopo General Motors e Toyota. Nonostante la crisi, i concessionari Ford di Roma restano comunque un punto di riferimento per chi cerca questi veicoli nella capitale.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Motorizzazione civile a Palermo (e in Sicilia in generale)

Il Ministero dei Trasporti si occupa del piano generale dei trasporti e della logistica e i piani di settore per i trasporti, compresi i piani urbani di mobilità, ed esprime, per quanto di competenza, il concerto sugli atti di programmazione degli interventi di competenza del Ministero delle Infrastrutture.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Motorizzazione civile a Lucca

Il Ministero dei Trasporti si occupa del piano generale dei trasporti e della logistica e i piani di settore per i trasporti, compresi i piani urbani di mobilità, ed esprime, per quanto di competenza, il concerto sugli atti di programmazione degli interventi di competenza del Ministero delle Infrastrutture.

Leggi tutto...
Go to Top