Il ritiro e la sospensione della patente: in quali casi?

Speriamo non vi capiti mai di dovermi informare in tal senso. Significherebbe che siete degli automobilisti modello. Dei piloti sicuri e delle persone responsabili. Nel caso in cui invece vi capiti di vedervi ritirare la patente, abbiamo qui pronto un articolo che vi aiuterà a gestire al meglio la cosa. Nel 2014 è passato per l’Aula della Camera il testo sul Nuovo Codice della Strada, che inasprisce le pene per chi guida ubriaco o sotto effetto di droghe, inserendo nel codice penale un nuovo reato, l’omicidio stradale. Si aspetta per il 2015 il varo del testo definitivo affinchè le vittime per incidenti stradali, una piaga di questo Paese, non ci siano più.

Quando si rischia il ritiro della patente?

Nel caso in cui abbiate commesso infrazioni non gravi la patente viene ritirata direttamente durante la circolazione dagli agenti di polizia che accertano la violazione (la patente viene restituita dopo l'adempimento della prescrizione omessa). Il ritiro della patente avviene nei seguenti casi:

  • Guida con patente scaduta (ricordate sempre di informarvi per tempo per il suo rinnovo)
  • Guida senza essersi sottoposti all'esame di revisione nei termini prescritti
  • Dichiarazione di non idoneità temporanea alla guida, dopo il dovuto accertamento sanitario
  • Collocazione inesatta del carico sull'autoveicolo e mancata modifica su invito degli organi di polizia

Sottolineiamo il fatto che la patente è poi ritirata ogni qual volta una violazione ne comporti la sospensione a tempo determinato o la revoca permanente. A questo proposito meglio chiarire in quanto segue. La sospensione temporanea della patente è disposta dal prefetto, dalla Motorizzazione Civile e dall'autorità giudiziaria nel momento in cui ci si imbatte in violazioni gravi del codice stradale.

La sospensione della patente

Il periodo di sospensione della patente (che può portare lo ricordiamo anche al ritiro) può variare da un minimo di 15 giorni per le infrazioni meno gravi a un massimo di 5 anni. Sottolineiamo che la sospensione è richiesta in caso di:

  • Guida con patente diversa da quella necessaria per il veicolo condotto
  • Guida con adattamenti diversi a quelli prescritti
  • Superamento di oltre 40 km/h, ma non oltre i 60 km/h del limite massimo di velocità
  • Superamento di oltre 60 km/h del limite massimo di velocità
  • Circolazione contromano in corrispondenza di curve e dossi
  • Inversione del senso di marcia o guida contromano in autostrada
  • Guida in stato di ebbrezza
  • Guida sotto l'effetto di stupefacenti
  • In caso di investimento di persona, mancato soccorso dei feriti
  • Eccesso nei limiti di massa e di sagoma del veicolo con cui si circola
  • Guida di veicoli non ammessi
  • Lesioni a persone in seguito a violazioni del codice della strada
  • Ipotesi di reato per danni a persone
  • Partecipazione a gare di velocità clandestine
  • Impiego di veicolo come taxi o NCC senza autorizzazione (da 4 a 12 mesi)
  • Reiterata detenzione di stupefacenti a uso personale

Aggiornamento 2014: il nuovo Codice della Strada

Il nuovo esecutivo sta varando un nuovo Codice della Strada che per ora ha avuto il via libera da parte di un ramo del Parlamento. Sono previste modifiche al vecchio regolamento tra le quali:

  • Ergastolo della patente: è il punto più qualificante del testo che revoca la patente a vita a coloro i quali saranno accusati di omicidio colposo per colpa di un reato stradale. Andando nello specifico, la patente sarà tolta a vita qualora il conducente abbia un tasso alcolemico sopra 1.5 g/l o sia sotto effetto di sostanze stupefacenti, provocando un incidente e subisca l’accusa di omicidio colposo.
  • Omicidio stradale: sarà introdotto nel codice penale questo nuovo reato, per conducenti ubriachi o sotto effetto di sostanze stupefacenti.
  • Altre informazioni: saranno poi varate una serie di misure per aumentare i controlli, diminuire la velocità nel centro città in prossimità di scuole e ospedali, una nuova regolamentazione per le strisce blu e rosa, l’assicurazione controllata per via telematica e la possibilità di circolare in autostrada per motocicli di 120 cc.

Nuove pene più severe

Le pene sono state aumentate per quanto riguarda la revoca della patente a seguito delle tante, troppe vittime di incidenti stradali causate da persone scellerate che si mettono alla guida nelle peggiori condizioni fisiche. Ubriachi al volante o sotto effetto di stupefacenti sono persone pericolosissime non solo per se stesse ma soprattutto per gli altri veicoli, che magari si ritrovano in mezzo a un incidente mortale anche mantenendo una velocità come prescritta dal Codice della Strada. Situazioni del genere devono finire, non si possono rovinare le vita di migliaia di giovani con annesse le famiglie per pazzoidi al volante che non conoscono quali sono i pericoli di guidare in simili condizioni. Il bilancio delle vittime stradali assomiglia più a un bollettino di guerra ed è un fatto sconcertante al quale bisogna mettere necessariamente un freno.



Articolo aggiornato il

Ultimi aggiornamenti

Contatti

Per contattare la redazione del sito Auto scrivere all'indirizzo email enr.mainero@gmail.com

 

Informazioni Utili

Autoscuole in Italia





 
ElaMedia Group SRLS Partita IVA: 12238581008 - Tel.06/99922584
www.autoyes.info di Enrico Mainero - email enr.mainero@gmail.com -