Club auto storiche: per gli amanti e non solo

Per poter avere agevolazioni in merito alle assicurazioni e ad altre pratiche burocratiche legate alle auto d'epoca, è importante conoscere club e registri per le auto storiche cui fare riferimento.

Vediamo ora una serie di club di auto storiche presenti sul territorio italiano.

Registri e club auto storiche

Innanzitutto segnaliamo l'internet Centre for automotive History, che fornisce agli utenti tutta una serie di informazione sugli autoveicoli d'epoca, oltre a segnalare una serie di indirizzi dei vari club, associazioni, musei, librerie per gli appassionati di auto d'epoca.

Di rilevanza è anche il G.A.S. Gruppo AutoMoto Storiche sito in via del Teatro 1 Alberino di Molinella - Bologna. Nato a Molinella nel 2000 da 5 appasionati conta oggi oltre i 150 soci, organizza eventi e ha stipulato contratti assicurativi molto vantaggiosi. I contatti telefonici sono l 3356916566-3356924070-3475972002.

Ottimi servizi fornisce anche l'associazione Motor Mania Historic, registro ufficiale di Auto, Moto e mezzi Storici e d'epoca riconosciuto dalla Regione Lombardia. Non è affiliato con Asi,e altri enti, ed offre una copertura assicurativa a prezzi competitivi, nonchè ricambistica auto e moto, reparto corse e preparazioni, restauri professionali, vetrina auto e moto d'epoca, eventi vari.

Per gli amanti della Jaguar, segnaliamo il Jaguar Owner°s Club, sodalizio nato dalla passione di 5 amici, aperto a tutti i possessori di auto Jaguar Daimler e derivate. Inoltre, il club organizza Raduni e iniziative di incontro mensili, offre consulenze gratuite e facilitazzioni assicurative,dispone di un notevole materiale cartaceo e schede tecniche. Per informazioni e assistenza, chiamate il 329-1231221.

E in giro per l'Italia?

In territorio campano trovate il Sodalizio Campano auto d'epoca e veicoli popolari, un club che raggruppa appassionati di auto e moto d'epoca, con lo scopo di divulgare la passione per i mezzi d'epoca. Il sodalizio offre consulenze nel restauro, facilitazioni nelle polizze assicurative, iscrizioni auto nel registro storico e ASI. Molto diffusi sono anche i club 500, per gli amanti della mitica automobile Fiat.

A conclusione di questa panoramica sui club auto storiche, segnaliamo il GAS Club, il cui fine associativo è la promozione, la propaganda e la conservazione d’autovetture e moto d’epoca con l’idea di creare anche nella zona di Gorizia un associazione di appassionati di motorismo storico, proponendosi di raggiungere tale scopo anche attraverso l'attività culturale sportiva, turistica, informativa, ricreativa, ecc.

Cambiano le regole

La legge di Stabilità del 2014 ha limitato il carattere temporale per definire un’auto storica. Se prima bastavano venti anni per non pagare il bollo ora invece il termine è stato alzato a trenta anni. Ciò è stato deciso per eliminare il caso delle “false vetture storiche” che puntavano solamente al riconoscimento per essere esentati dal pagare il bollo. Questa stortura del sistema aveva portato a un proliferarsi di auto d’epoca, visto che in Italia si contavano quasi quattro milioni di veicoli, danneggiando l’intera categoria soprattutto chi teneva in un certo stato la proprio automobile. La stretta fiscale decisa dal Governo Renzi abolirà i vantaggi anche riguardanti le assicurazioni visto che non essendo più in vigore il termine dei venti anni, non solo si dovrà pagare il bollo ma anche una normale Rc Auto che visto l’approvazione della Legge di Stabilità consentiva ai proprietari dei veicoli storici di poter usufruire di una speciale convenzione per pagare ancora di meno l’assicurazione.
I troppi casi di falso sono stati contestati anche dal Presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani che ha dichiarato che nel nostro Paese ci sono troppi veicoli fasulli senza che abbiano per nulla l’appellativo di mezzo storico. La proposta del numero 1 dell’ACI è quella di stilare una lista chiusa all’interno della quale contenere solo alcune categorie di macchine che possono davvero meritarsi l’aggettivo in questione.

Le vendita delle auto vintage

Negli ultimi anni sta accadendo un fatto anomalo, con un boom di vendite di vetture storiche, soprattutto quelle di grossa cilindrata, come Ferrari, Maserati, Lamborghini e Porsche. Spesso queste vendite avvengono per evitare i controlli fiscali o perchè chi ha ereditato questi mezzi non ha la cura per custodirli in una certa maniera. Tuttavia, il periodo economico e la conseguente crisi ha fatto sì che ci siano più venditori che compratori, con alcuni mecenati esteri (russi e cinesi) che non sono molto attratti da queste automobili vintage. Eppure accadono delle follie come l’acquisto di una Ferrari GTO del 1962 per la mostruosa cifra di 29 milioni di euro, fatto accaduto in California. Non è solo la Ferrari che “tira”, visto che cifre del genere sono state spesa anche per auto d’epoca come Porsche e Lamborghini.



Ultimi aggiornamenti


Contatti

Per contattare la redazione del sito Auto scrivere all'indirizzo email enr.mainero@gmail.com

 


Iscrizione newsletter

Abbonati ai FEED

Veicoli storici





 
www.autoyes.info di Enrico Mainero - email enr.mainero@gmail.com -